Al via gli Apple Store 2.0

di Andrea "C. Miller" Nepori 1

Gli Apple Store australiani sono stati i primi a mostrare al pubblico questa mattina le novità previste dal rinnovamento dell’esperienza retail nei negozi Apple di cui tanto si è discusso durante l’ultima settimana. Terminato il meeting delle 7 di mattina i dipendenti hanno tolto il velo dai tavoli e aperto i negozi. Quel che colpisce subito guardando le prime foto postate dal sito australiano Mac Prices è la decisione di fondare sull’iPad l’esperienza Apple Store 2.0 – così è stato definito il nuovo corso che coincide con il decennale di Apple Retail.

Apple ha deciso di installare uno speciale iPad-catalogo presso ogni prodotto in esposizione. I clienti possono utilizzare questi tablet, incastonati in supporti di plexiglass appositamente realizzati, per navigare fra le caratteristiche dei prodotti in esposizione, in modo da ottenere uno sguardo d’insieme anche su modelli non esposti.

In buona sostanza adesso sui tavoli espositivi degli Apple Store ci sono solo prodotti elettronici ed anche tutto il materiale informativo, che prima consisteva di varie brochure  cartacee che riassumevano le caratteristiche, è stato digitalizzato e trasferito sull’iPad. Non solo i Mac ma anche gli iPod, gli iPhone e soprattutto gli iPad in vendita, sono affiancati da un iPad-catalogo di riferimento.

Ecco le novità segnalate da Mac Prices:

  • Gli iPad ora mostrano le informazioni sulle caratteristiche e sui prezzi dei prodotti e permettono di fare confronti diretti fra i prodotti esposti
  • Da ogni iPad, tramite apposito tasto nell’interfaccia, è possibile chiamare uno specialist per saperne di più sul prodotto in esposizione
  • Una curiosità: pare che in alcuni Apple Store i dipendenti indossino dei cappellini da party

Gli iPad utilizzati come terminali di visualizzazione delle caratteristiche sono dei modelli un po’ particolari: il cavo che li alimenta non sembra essere collegato direttamente al Dock e soprattutto il tasto home non funziona, suggerendo che probabilmente il software che ci gira sopra non è esattamente la versione di iOS disponibile al pubblico ma una fork speciale dedicata unicamente a questi dispositivi.

Le novità non si limitano a questi aspetti visibili agli utenti. Il rinnovo del software Retail Me e la sua introduzione su iPad destinati agli specialist non è un dettaglio che si possa notare dall’esterno anche se si integra con l’utilizzo delle nuove versioni digitali del materiale informativo.

E le novità potrebbero non essere finite qui. Oltre a particolari che ancora potremmo non aver notato (e che nel corso della giornata salteranno fuori) ci sta che già domani Apple possa annunciare la vociferata partnership con Square, la startup che ha lanciato i pagamenti elettronici basati su iOS. O almeno, questo è quello che sembra suggerire senza troppo mistero l’immagine twittata alcune ore fa dal co-fondatore di Square, l’ex-Twitter Jack Dorsey.

[via | 1 | 2 ]