Flappy Bird, lo sviluppatore rimuoverà oggi il titolo da App Store

di Giovanni Biasi Commenta

flappy bird rimozione

Se voi foste sviluppatori di giochi su App Store, rimuovereste quello che vi permette di guadagnare qualcosa come 50.000$ al giorno (al giorno) in pubblicità? No, neanche noi. Eppure Dong Nguyen, la mente e il braccio dietro al recentemente popolare Flappy Bird, sembra non pensarla allo stesso modo. Il developer ha infatti annunciato che, già nelle prossime ore, la sua applicazione verrà rimossa da App Store. E non per problemi legali, semplicemente “non ce la fa più”. Vi riportiamo di seguito, dopo il salto, i tweet che ha pubblicato ieri sera sul suo account.

Per chi non avesse idea di cosa stiamo parlando, Flappy Bird è il classico gioco-droga: un trial and error che ci mette alla guida di un gommoso volatile da far passare, toccando sullo schermo con il giusto tempismo, nello spazio tra i tubi disseminati lungo il percorso. Sfiorando i tubi o il terreno è immediatamente game over.

È cominciato tutto con un “Mi dispiace, giocatori di Flappy Bird, ma tra 22 ore toglierò l’applicazione dallo store. Non posso continuare così”. E tutti, ovviamente, si sono chiesti il motivo di una scelta così apparentemente folle. Insomma: nonostante l’applicazione sia stata lanciata lo scorso Aprile, è rimasta nell’ombra fino a qualche tempo fa, quando, anche grazie ai diversi Vine e video virali creati per sottolinearne la difficoltà, ha subìto un’esplosione di download e un’incredibile popolarità in tutto il mondo. La domanda, quindi, sorge spontanea: perché toglierla?

E i tweet rivolti a Nguyen a riguardo sono centinaia: perché la togli? La vendi? È per problemi legali? È perché quei tubi sono così simili a quelli di Super Mario? Ma la rimetti?

Le risposte dello sviluppatore, anche se piuttosto laconiche, non si fanno attendere. “Non ha nulla a che vedere con problemi legali. Semplicemente non posso più tenerla”, dice, e sottolinea inoltre come non ha alcuna intenzione di vendere l’app a terzi, specificando che continuerà a produrre giochi.  È interessante, se andiamo ad approfondire, tornare ad un tweet di qualche giorno fa, che forse è in grado di darci la chiave di lettura corretta per questa scelta. Lo sviluppatore sembra lamentarsi della stampa, e di come la rete abbia accolto il suo gioco adesso che è diventato così virale.

La stampa sta sopravvalutando il successo dei miei giochi. È una cosa che non ho mai voluto. Lasciatemi in pace, per favore.

Parole che senza dubbio fanno riflettere. È indubbio che la stampa si sia sbizzarrita in questi ultimi giorni parlando di Flappy Bird e definendolo in ogni modo possibile, ma può essere questo motivo di una decisione così radicale? Oppure, dando ascolto alle malelingue, non si tratta che di una strategia di marketing per far aumentare (ancora) i download?

È interessante notare come solo ieri sia stato rilasciato un aggiornamento per l’applicazione, una mossa che di certo sembra contraddire le nuove volontà di Nguyen.
Nguyen che, per inciso, continuerà comunque ad incassare i 50.000$ giornalieri di tutti coloro che hanno già il gioco sul proprio smartphone. Cade in piedi, insomma, e può dedicarsi a nuovi giochi per tutto il tempo che vuole.
Chi fosse curioso e non lo avesse ancora provato, intanto, si affretti, perché rimane solo qualche ora.

via | iDownloadBlog