I risultati fiscali del Q3 2013 Apple

di Redazione 5

Apple ha pubblicato da pochi minuti i risultati finanziari relativi al Q3 fiscale 2013, corrispondente al secondo trimestre solare dell’anno.
E’ un Q3 che non esalta particolarmente, come previsto dagli analisti, e risente dell’assenza di novità primaverili in quel di Cupertino.
I dati, in ogni caso, sono in linea con la previsione ufficiale fornita da Peter Oppenheimer tre mesi fa, anche se questo a Wall Street non interesserà più di tanto. Passiamo subito ai dati.

I numeri del Q3 2013 Apple in breve

Ecco le cifre svelate da Apple nel comunicato disponibile da pochi minuti:

  • Fatturato Q3 2013: 35,3 miliardi di dollari
  • Profitti Q3 2013: 6,9 miliardi di dollari
  • Margine Lordo: 36,9%
  • Le vendite internazionali hanno contribuito per il  57% al fatturato di questo trimestre.

Nel Q3 2012 Apple registrò 8,8 miliardi di profitti a fronte di un fatturato di 35 miliardi di dollari. Il margine lordo era decisamente più alto: 42,8%.

fatturato e profitti

Vendite iPhone, iPad e Mac

L’assenza di una novità primaverile (ovvero di un nuovo modello di iPad) che potesse risollevare le sorti di un trimestre di per sé “difficile” ha determinato la flessione che gli analisti si attendevano. Vediamo nello specifico i dati di vendita dei dispositivi.

Gli iPhone venduti nel corso del Q3 sono stati 31,2 milioni, che vanno confrontati con i 26 milioni di unità vendute nel corso dello stesso periodo del 2012. Un buon tasso di crescita e un numero di dispositivi superiore alle aspettative degli analisti.

L’iPad è relativamente stabile, anche se in calo, con 14,6 milioni di unità vendute. Evidente che l’assenza di notizie primaverili al riguardo si è fatta sentire.

Infine sono 3,8 milioni i Mac venduti, in leggera flessione rispetto ai 4 milioni di unità vendute lo scorso anno in questo stesso trimestre. La tendenza, per quanto non entusiasmante, è da rapportare alla condizione disastrosa del mercato PC.

Ancora una volta non pervenuti i dati sulla vendita degli iPod, che ormai non contribuiscono più all’economia generale dell’azienda ad un livello tale da giustificare la presenza dei relativi dati finanziari in questo tipo di resoconti pubblici.

Commenti e Guidance per il Q4

Il comunicato ufficiale diffuso dall’azienda riporta il solito commento di Tim Cook, che si mostra ancora particolarmente fiducioso per tutti i prodotti che arriveranno nei prossimi mesi:

“Siamo particolarmente fieri delle vendite record dell’iPhone, con più di 31 milioni di unità vendute, e la forte crescita in fatturato di iTunes, Software e servizi. Siamo entusiasti dei lanci futuri di iOS 7 e OS X Mavericks e siamo concentratissimi per lavorare sodo su fantastici nuovi prodotti che introdurremo in autunno e durante tutto il 2014”. 

A Peter Oppenheimer il consueto compito di annunciare invece le previsioni ufficiali per i risultati del Q4 2013 Apple. Eccole qui:

  • Fatturato tra 34 miliardi e 37 miliardi
  • Margine lordo compreso tra il 36% e il 37%
  • Spese operative comprese fra i 3,9 miliardi e i 3,95 miliardi di dollari
  • Altre spese per 200 milioni
  • Tasse al 26,5%

Alle 23 ora italiana inizia la Conference Call fra Cook, Oppenheimer e gli analisti, che sarà possibile ascoltare in streaming direttamente da questa pagina del sito Apple per gli investitori.

Domani, nella prima mattinata, pubblicheremo un articolo per riassumere eventuali elementi di rilievo che sortiranno dalla conference call di questa sera.