Hackintosh: ASUS EEE PC da €299 con Mac OS X

di Paolo Petrone 9

eeeosx immagine

E’ piccolo, è portatile, è leggero ed è sulla bocca di tutti. E’ l’ASUS EEE PC.

Ve ne abbiamo parlato alcuni mesi fa, ma oggi lo potete trovare sui volantini delle grandi catene di distribuzione informatica o nei listini Tim.

Si tratta di un piccolo subnotebook sviluppato da Intel e Asus. Monitor da 7″ in meno di 1 kg di peso, 3 ore di autonomia garantite da Asus, memoria flash interna da 4 Gbyte, scheda WiFi a 54 Mbps, microfono, webcam integrata, 3 porte USB, porta VGA, touchpad, altoparlanti, porta ethernet e uno slot SD/MMC. Processore Intel Celeron M ULV 353 da 900 Mhz e RAM da 512 Mb completano il quadro di questo piccolo gioiellino dal prezzo davvero irrisorio. Nelle scorse settimane, in alcune delle grandi catene che l’hanno commercializzato, l’ASUS EEE PC 701 è andato letteralmente a ruba per soli €299 con sistema operativo Linux. In questi giorni, sulla scia dell’enorme successo che questo prodotto sta riscuotendo in Italia, si sta pubblicizzando la sua ufficiale commercializzazione per € 329 con sistema operativo XP.

E per gli amanti di Mac OS X non c’è alcuna chance? Diversi HowTo presenti in rete dimostrano che l’installazione di Tiger (e anche Leopard, con qualche smanettamento) è tecnicamente possibile. Cerchiamo di capirne pregi e svantaggi.


Diverse sono le guide che è possibile reperire in rete sulla trasformazione del sistema operativo in Mac OS X. L’unico problema che presenta l’EEE PC è dato dal fatto che supporta solo l’instruction set SIMD SSE2 di Intel e non il SSE3 per il quale è stato codificato Leopard. Per questo motivo l’installazione di Tiger è molto più semplice. Tuttavia in rete è possibile reperire delle guide (in inglese) che spiegano passo dopo passo come installare anche Leopard sull’ASUS EEE PC.

In realtà in Italia è quasi impossibile reperire i modelli di ASUS EEE PC 701 con più di 512 Mb di RAM. Questo aspetto è di non poco conto visto che alcuni hacker consigliano l’utilizzo di quanta più RAM possibile, senza tuttavia negare che questo hackintosh sia possibile anche con soli 512 Mb.

Secondo gli autori di tutte queste prove, l’installazione di Leopard su un ASUS EEE PC si rivela poco performante a causa del processore e, appunto, di questi 512 Mb di RAM. Ecco perchè tutti gli esperti consigliano l’installazione di Tiger e per la precisione dell’OS X 10.4.8: gli OS X 10.4.9 e 10.4.10 sembrano infatti presentare ancora qualche piccolo problema di stabilità.

I problemi che sono stati finora riscontrati riguardano principalmente lo schermo, piuttosto lento, e per il quale è necessario ricorrere ad alcune patch; la tastiera per la quale può essere necessario ricorrere ad una mappa di tastiera personalizzata per risolvere le strane combinazioni dei tasti Fn; lo sleep del computer che non si attiva alla chiusura del monitor come invece accade nei portatili Mac; e l’utilizzo di altre patch presenti in rete per permettere il perfetto funzionamento dell’audio e il riconoscimento di ethernet e WiFi.

A quanti temono che dopo questi “smanettamenti” il proprio ASUS EEE PC si autodistruggerà, riferiamo che, a scanso di ogni dubbio, è sempre possibile riutilizzare il DVD fornito da Asus per il ripristino delle impostazioni di fabbrica in ogni momento.

Di certo c’è che grazie a questi esperimenti (comunque illegali) basta poco per poter avere il proprio piccolo Mac ad un prezzo davvero irrisorio. Se volete provare anche voi a crearvi il più piccolo Mac della storia per soli € 299, affrettatevi e acquistate il vostro Asus prima che le scorte si esauriscano!

Link di approfondimento:
Come installare Leopard su un normale PC
Come installare Tiger o Leopard su ASUS EEE PC