Come fare: Recuperare i dati da un Mac in caso di emergenza

di Michele Milanese Commenta

kernel_panic.jpg

Mac Os X è probabilmente il più stabile sistema operativo comsumer del mondo.
Ciò non fa di lui un sistema indistruttibile e può capitare di dover estrarre dei dati da un computer che non parte più correttamente, specialmente se si sono messe le mani in posti in cui era meglio non curiosare.

Se il problema è il sistema operativo i modi per recuperare i dati sono molteplici e spesso piuttosto semplici.

Innanzitutto possiamo provare a riavviare il computer in Safe mode, schiacchiando il tasto Maiusc non appena sentiamo il classico e rassicurante bong iniziale. In questo caso il computer si avvierà tralasciando le estensioni non necessarie e caricando all’avvio solo le applicazioni Apple. Se il computer si avvia può già essere sufficiente per effettuare un backup d’emergenza su un disco esterno.

Se il computer invece non parte potreste essere di fronte ad una corruzione più grave del sistema operativo e vi trovereste di fronte ad una schermata simile a questa:

106464_1.gif

Per risolvere questo caso dovete far partire il computer da un sistema operativo esterno. I modi sono principalmente due: o lo fate partire dal CD di installazione premendo C all’avvio oppure, se siete stati previdenti ed avete installato una copia di Mac Os X su un hard disk esterno potete collegarlo e selezionarlo come disco d’avvio tenendo premuto il tasto Option. Bisogna tener presente che i Mac più vecchiotti accettano, per quest’ultimo metodo, solo dischi esterni Firewire, mentre gli ultimi Mac con chip Intel possono partire anche da dischi USB 2.0.
Se proprio volete far partire il vostro vecchio Mac da un disco esterno USB 2.0 abbiate per lo meno la cura di dare un’occhiata a Macosxhints.com.

Non ha funzionato? Non è ancora tempo per disperarsi, anche se a questo punto comincia a crescere la voglia di sfasciare il computer e di installare il vecchio hard disk in un case esterno.

Amanti del fai da te, Apple ha pensato anche a voi: basterà collegare il computer ad un’altro Mac con un cavo Firewire ed avviare tenendo premuto il tasto T.
Il computer avviato in questo modo apparirà così e sarà visto come un semplice disco esterno dall’altro computer al quale lo avrete collegato:

macbook_target_mode-1.jpg

Ora non dovrete far altro che salvarvi i file che vi interessano e procedere con la reinstallazione del sistema operativo.

E così la prossima volta vi ricorderete di usare un software di backup!