Tips Lounge: rimuovere il trojan dalle copie pirata di iWork ’09

di Gabriele Contilli 18

Ha fatto un bel po’ di scalpore l’annuncio di Intego relativo al trojan trovato all’interno delle copie pirata di iWork ’09. Partendo dal presupposto che la pirateria è un crimine, vogliamo comunque suggerirvi dei metodi per eliminare il trojan così da aiutarvi a preservare l’inviolabilità dei vostri Mac (questo, ovviamente, non contraddice il fatto che TheAppleLounge sia contro la pirateria e, pertanto, vi invitiamo a testare la versione di prova di iWork ’09 e, nel caso in cui si adatti alle vostre esigenze, vi invitiamo ad acquistarne una copia originale o a rivolgervi verso altre soluzioni gratuite come OpenOffice).

Come spiegato nell’articolo, l’unica soluzione proposta da Intego era quello di acquistare uno dei propri software (a pagamento) già predisposti per contrastare questa tipologia di attacchi. In realtà ci sono altre due soluzioni, gratuite, per ovviare al problema.

Tanto per cominciare, dobbiamo capire se il sistema è infetto. Se non avete ancora installato il software, basta sbirciare all’interno del pacchetto d’installazione di iWork ’09 e, se tra i file, notate iWorkServices.pkg allora non procedete all’installazione e cestinate il pacchetto immediatamente. Al contrario, se avete già installato il software, cercate in HD>Sistema>Libreria>StartupItems la cartella iWorkServices; se la cartella non esiste, allora siete al sicuro, altrimenti ecco come eliminare l’intruso.

SecureMac, un sito specializzato nella sicurezza in campo Mac, ha rilasciato un tool gratuito per la rimozione del trojan di iWork ’09; il tool, semplicemente noto come iWorkServices Trojan Removal Tool, è possibile scaricarlo a partire da questo link ed è sicuramente la soluzione migliore per chi non voglia troppi grattacapi.

Al contrario, se sentite un’irrefrenabile voglia di essere voi gli artefici dell’eliminazione del trojan OSX.Trojan.iServices.A, allora seguite quest’altra procedura e potrete davvero buttare il trojan nel cestino e svuotare. Prima di procedere, accertatevi di aver chiuso tutti i programmi, scollegatevi da internet e abilitate la visibilità dei file nascosti tramite programmi come TinkerTool. A questo punto spostate nel cestino la cartella iWorkServices che avete trovato in HD>Sistema>Libreria>StartupItems; successivamente cliccate sull’icona del Finder nella barra del dock e, sulla barra in alto, selezionate Vai>Vai alla cartella e digitate il percorso /usr/bin e eliminate il file iWorkServices. Date anche uno sguardo alla cartella /private/tmp/ e accertatevi che non vi siano i file invisibili .iWorkServices e iWorkServices.pkg; riavviate il Mac e svuotate il cestino.

Il vostro Mac è salvo!

[Via|iMaccanici]