Skype 1.0.2 è contro il Jailbreak? Il futuro delle App

di Michele Baratelli 9

Skype per iPhone e iPod touch 2G è stato aggiornato alla versione 1.0.2 e ora avverte che i dispositivi su cui è stato applicato il Jailbreak non sono compatibili con questa nuova versione. Il primo pensiero, devo essere sincero, è stato quello di vedere Skype come paladino della legalità, qualcosa del tipo “Volete telefonare Voip? Allora via le App crackate“.

Poi ho ragionato e ho trovato due buoni motivi per i quali Skype ha introdotto l’avviso che è mostrato nell’immagine qui sopra. Nonostante l’avvertimento, Skype 1.0.2 funziona egregiamente anche su un iPod touch 2G o un iPhone con il Jailbreak applicato: questo, però, apre un altro interessante scenario.

L’immagine di apertura proviene dal sito iClarified dove un lettore ha riferito che “al momento del lancio della nuova App compare una avviso con scritto: Questa versione di Skype è supportata solo da iPhone OS 2.2 non modificato. Dopo qualche test sul mio iPhone 2G con Jailbreak applicato tutto ha funzionato a dovere e posso ancora affermare che Skype 1.0.2 non mi ha ancora dato nessun problema“. Questa è la testimonianza di Francois.

È dunque probabile che Skype abbia inserito questo avvertimento a causa dei molti problemi apparsi su vari iPhone e iPod touch con Jailbreak applicato e in particolare con le “Jailbroken App” che non utilizzano MobileSubstrate. Solo un avvertimento per limitare pessimi giudizi su App Store perché l’applicazione non funziona a dovere?

Non credo sia solo questo il problema. Grazie “al potere oscuro del Jailbreak” è infatti possibile telefonare Voip anche sotto copertura 3G, abbattendo i costi della telefonata grazie al bundle di traffico dati che ogni operatore mette a disposizione per contratto. È proprio nella “diatriba con gli operatori telefonici” che può trovare spazio questo avvertimento, come se Skype volesse aiutare a limitare le chiamate Voip effettuate non in presenza di connessione Wi-Fi.

Come scritto sopra, questo avvertimento apre anche un nuovo scenario: se in un futuro le App avessero un meccanismo in grado di riconoscere se è presente il Jailbreak e non funzionare in tal caso? Sicuramente con il tempo si troverebbe il modo di aggirare anche questo ostacolo ma sarebbe una decisa presa di posizione di Apple. Voi che ne pensate?

[via]