Portal per Mac, first look e gallery

di Andrea "C. Miller" Nepori 16

Mercoledì scorso Valve software ha lanciato ufficialmente Steam per Mac. Nello store online sono già 64 i giochi che è possibile scaricare e giocare su Mac. Fra di essi anche Portal, un puzzle game fisico tridimensionale che grazie all’integrazione di elementi della saga di Half-Life e al gameplay a dir poco originale è ormai diventato un cult della videoludica. Il gioco può essere scaricato gratuitamente.

Io non ho avuto nessun problema ad installarlo sull’iMac (24″ late 2007) ma in redazione c’è chi ha avuto problemi con il client Steam vero e proprio, così come riportato anche da diversi utenti nei forum di SteamPowered o non è riuscito ad installare il gioco. Il software, ancora in fase di beta pubblica, ha bisogno di qualche ritocco per risolvere i problemini di gioventù.

Come ho già accennato, al momento ho installato Steam e Portal sul mio “vecchiotto” iMac late 2007 (24″, Intel Core 2 Duo 2,4GHz, 4GB RAM, ATI Radeon HD2600 256MB) e devo dire che la resa grafica è superiore alle aspettative. E’ vero che Portal è pur sempre un gioco di tre anni fa, ma non credevo che il mio all-in-one riuscisse a spararselo in risoluzione nativa (1920×1880) con la fluidità che invece ho potuto riscontrare.Ora sono curioso di vedere come si comporteranno altri titoli, anche se al momento sullo Store non è ancora disponibile nessun gioco abbastanza graphic intensive per un test attendibile.

All’inizio di Portal il nostro personaggio si sveglia in una specie di camera iperbarica all’interno dell’Aperture Science Enrichment Center, un laboratorio ipertecnologico e futuribile. Dovremo aiutarlo a superare numerose camere di test attraverso l’uso di un fucile fantascientifico creato dalla Aperture che permette di sparare sulle superfici portali che possono congiungere direttamente punti relativamente lontani. In questo viaggio saremo accompagnati dalla voce metallica di GLaDOS, un sistema di intelligenza artificiale che supervisiona la buona riuscita del test.

Lo scopo di GLAdOS dovrebbe essere quello di guidare la “cavia” attraverso le varie fasi del test garantendone la sicurezza. Durante il gioco gli interventi della “voce” cambieranno però sempre più spesso tono e da rassicuranti si faranno inquietanti fino a diventare palesemente minacciosi. Nel frattempo nuovi elementi “destabilizzanti” si aggiungeranno durante il percorso, a suggerire che quello che ci aspetta alla fine del test non è la fetta di torta promessa da GLaDOS, ma qualcosa di ben più spaventoso.

Portal è uno spin-off della serie Half-Life e come tale è ricco di elementi che rimandano alla nota saga di Valve, che gli appassionati sapranno sicuramente cogliere come tasselli di una storia ben più estesa e intricata. Non mi rimane che consigliarvi ancora una volta di provarlo sul vostro Mac.

Macworld ha già pubblicato una recensione completa del gioco con un voto di 5 mouse su 5, il massimo assoluto. Un giudizio pienamente condivisibile che premia anche l’impegno di Valve, che con il lancio di Steam ha  rianimato il fiacco mercato del gaming su Mac.