Mac OSX 10.5.2: seed 9C31 con Safari 3.1.

di Emanuele L. Cavassa 7

leopard1.jpg

Continua il lavoro di Apple sulle distribuzioni agli sviluppatori selezionati per il programma di testing.
Ieri infatti è stata rilasciata una nuova seed, la 9C31, appena un numero di versione più alto rispetto a quella precedente, la seed di Mac OSX 10.5.2 9C30.

A parte la risoluzione di un problema nella connettività di rete, l’introduzione interessante di questa release è Safari 3.1.

L’attuale versione, infatti, è la 3.0.4, rilasciata inizialmente in beta per Mac OSX 10.4.10 e per Windows, poi introdotta ufficialmente con Leopard e con l’update di Tiger a 10.4.11.

Nella nuova versione di Safari sono incorporate molte delle nuove features di Webkit, il motore di rendering delle pagine web su cui si basa il browser Apple.

Le funzioni più interessanti per i comuni naviganti di internet sono:

 

 

  • l’aggiornamento al HTML5, nuova versione dello standard, che include tag per il supporto nativo all’introduzione di elementi audio e video nelle pagine html e la loro riproduzione (fin’ora andava fatto tramite i plugin per i browser, vedi Quicktime, Flash, Realplayer, Windows media player e altri).
  • I font scaricabili. Fin’ora, infatti, nel momento in cui ci si imbatteva in un sito contentente font che non erano presenti sul nostro sistema, il browser le sostituiva con delle font simili, o con quelle di default quando non ve n’erano neppure di similari.Ora invece il browser potrà sapere dove andare a scaricare il font utilizzato dal webdesigner, se non presente nel sistema.
  • Trasformazione dei CSS ed Animazioni CSS. I CSS sono i fogli di stile che definiscono l’aspetto delle pagine web separatamente dal contenuto e sono stati una delle più grandi idee del mondo del web, con un’utilità “nascosta” per l’utilizzatore finale in fase di stampa, di contenuti più “puliti” rispetto il codice html, ecc.Ora viene aggiunta la possibilità di andare ad effettuare trasformazioni del CSS ma soprattutto di animare attraverso il CSS, potendo quindi aggiungere animazioni alle pagine web senza ricorrere al formato Flash.

web inspector

Ci sono poi una serie di aggiunte interessanti direttamente i web developer, come proprietà specifiche di Javascript (getElementsByClassName) o la possibilità di salvare in un database locale i dati delle web application (HTML5 SQL storage API).

Sono numerosi anche i bugfix presenti in questa nuova versione di Safari, anche se ancora Apple non ha pubblicato una lista completa.
L’attesa nei confronti dell’update di Leopard si fa sempre più pressante, anche perché Apple continua ad aggiungere novità interessanti alla 10.5.2.

[Via]