iPad 2, per Epic il nuovo tablet è sensazionale

di Davide Leoni 1

Epic iPad 2

Epic ama alla follia l’iPad 2, poco dopo il lancio del nuovo tablet Mark Rein aveva dichiarato che “l’iPad 2 è fenomenale per i videogiochi“, adesso anche Tim Sweeney, uno dei fondatori della società e programmatore chiave dell’Unreal Engine, ha espresso pareri positivi sul nuovo dispositivo Apple.

Intervistato sulle pagine di Gizmodo, Sweeney ha parlato delle potenzialità di iPad 2 e del futuro della piattaforma come vera e propria console portatile in grado di competere con Nintendo 3DS e Sony NGP.

Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, Tim conferma quello che già sapevamo, l’iPad 2 è potentissimo, più di qualsiasi console portatile presente attualmente sul mercato. Il programmatore di Epic parla di prestazioni e dice che, le console tradizionali arrivano sul mercato e non vengono mai aggiornate per tutto il loro ciclo di vita, mentre in un solo anno Apple ha aggiornato l’hardware del suo tablet, rendendolo ancora più potente.

La qualità grafica di iPad 2 è di nove volte superiore a quella del suo predecessore e questo risultato è stato raggiunto nell’arco di dodici mesi, mentre per quanto riguarda le console, questo non succede, quando una piattaforma è uscita, l’hardware rimane lo stesso, fino alla successiva generazione, che arriva generalmente dopo 7-8 anni.

Anche il nuovo processore A5 è altamente performante e particolarmente adatto per gestire i motori grafici di giochi come Infinity Blade, Sweeney conferma che presto su iPad 2 potremo vedere giochi con la stessa qualità grafica di Gears Of War.

Tutto perfetto quindi? Assolutamente no, il programmatore di Epic ammette che, allo stato attuale, ci sono ancora alcuni problemi nello sviluppo dei giochi portatili, ad esempio le librerie OpenGL ES delle piattaforme mobili non sono quasi mai ottimizzate e questo rende più difficile il lavoro dei programmatori. I progettisti inoltre devono tenere conto della ridotta dimensione del display e della quantità di RAM a bordo, nel caso dell’iPad 2 parliamo di 512 MB (la stessa quantità presente su Xbox 360), un quantitativo maggiore di memoria aiuterebbe non poco gli sviluppatori.

Per “colpa” di queste limitazioni giochi come Infinity Blade si limitano a proporre scontri diretti uno contro uno, perchè non è (ancora) possibile creare titoli più complessi con la stessa qualità grafica, è impossibile gestire un gran numero di oggetti e personaggi su schermo garantendo la stessa qualità visiva.

Infine, il fondatore di Epic conclude dicendo che l’iPad potrebbe presto diventare una vera e propria console portatile, il modello di business è valido, inoltre non esiste il problema della frammentazione del mercato, iOS gira su tre dispositivi “standard” (iPhone, iPod, iPad), mentre altri sistemi operativi concorrenti sono installati su decine di terminali diversi, in questo senso è più difficile per uno sviluppatore realizzare un gioco valido e curato, perchè il suo titolo dovrà girare su decine di piattaforme diverse, dal cellulare economico al tablet più costoso, l’esperienza finale varia quindi in base al dispositivo posseduto dall’utente.

Problema già visto in passato con i giochi Java per cellulari, se ben ricordate, titoli che dovevano girare sia su telefoni di fascia bassa che su smartphone super costosi, ed il risultato spesso era pessimo in entrambi i casi.

[via]