Apple pensa ad un controller stile Dual Shock?

di Davide Leoni 4

Controller AppleApple ha depositato lo scorso mese di marzo un brevetto che mostra, tra le altre cose, un controller compatibile con iPhone, iPod Touch, iPad ed Apple TV. Come potete vedere dall’immagine si tratta di un vero e proprio joypad stile Dual Shock, a quanto pare i rumors che vogliono Apple interessata ad entrare con prepotenza nel mondo dei videogiochi non sono poi così infondati.

Il joypad è dotato di due levette analogiche, un d-pad a quattro direzioni, quattro tasti azione, due tasti superiori, due grilletti, pulsanti Start, Select, 1 e 2. Non è chiaro se il controller sia di tipo wireless o meno, scelta che sembrerebbe logica, ma nella figura si intravede un cavo che “spunta” dalla parte superiore del joypad.

Secondo il documento depositato da Apple il joypad (ancora privo di un nome) è pensato per funzionare con tutti gli iDevice e con la Apple TV, proprio questo particolare ha destato interesse, visto che, ad oggi, la scatoletta nera non può scaricare ed eseguire i giochi disponibili su App Store. Tempo fa alcuni rumors davano per certa l’uscita di una nuova Apple TV con supporto per giochi ed app, che sia arrivato il momento giusto?

E’ anche vero che il brevetto potrebbe essere stato depositato unicamente a scopo precauzionale, non necessariamente il controller entrerà in produzione, il progetto potrebbe anche non vedere mai la luce dei riflettori. Parere personale, Apple sarebbe miope a non sfruttare questa occasione, visto che sono in molti a desiderare un joypad “ufficiale” che possa interfacciarsi con gli iDevice, visto che le soluzioni ibride proposte dai produttori di terze parti non sono sempre soddisfacenti.

Vedremo se Apple deciderà o meno di produrre questo controller, come abbiamo visto i piani ci sono e risultano, a conti fatti, più che concreti. Non dimentichiamoci poi che da tempo si parla anche di una nuova console sviluppata da Apple e Valve (ricordate la visita di Tim Cook alla sede degli sviluppatori di Portal e Half-Life) e questo brevetto alimenta decisamente la speranza.

[via]