Snow Leopard, per molti, ma non per tutti

di Tiziano Dal Betto 62

SnowLeopard
Siamo stati tutti in trepidante attesa della pubblicazione sul sito dell’Apple Store del nuovo sistema operativo per i Mac, Snow Leopard. Questa attesa, tuttavia, potrebbe trasformarsi in una delusione per molti di noi: se non avete un Mac dell’ultima generazione, infatti, probabilmente non sarete in grado di sfruttare appieno le caratteristiche di Mac OS X 10.6.
Vediamo insieme quali sono i requisiti minimi per l’installazione di Snow Leopard e quali delle sue funzionalità saremo in grado di sfruttare con il nostro hardware.

Andando a leggere sulla pagina delle specifiche del sito di Apple, scopriamo che per poterlo installare è necessario un Mac con processore Intel, addio quindi alla piattaforma PowerPC, dotato di almeno 1 GB di memoria RAM, lettore di DVD per l’installazione, hard disk con 5 GB di spazio libero.

Questi tuttavia sono solamente i requisiti minimi per l’installazione: per poter usufruire delle innovazioni “sotto al cofano” di cui si è molto parlato in questi mesi serve di più.

Accelerazione hardware QuickTime H.264

Si tratta del supporto alla codifica in formato H.254 dei video accelerata dalla GPU. Per poterne usifruire è necessario avere un Mac equipaggiato con processore grafico nVidia 9400M.

Per verificare quale sia la scheda video del vostro Mac, cliccate sul menù mela, in alto a sinistra nella pagina e scegliete “Informazioni su questo Mac” e poi cliccate sul pulsante “Più informazioni…“. Si aprirà il System Profiler.

Profiler

Scegliete nella colonna a sinistra la voce Grafica/Monitor e controllate qual è il modello della vostra scheda grafica. Nel mio caso è, ahimè, una ATI Radeon HD 2600 Pro, quindi sul mio iMac non potrò usufruire dell’accelerazione hardware di QuickTime.

OpenCL

OpenCL è la tecnologia che consente alle applicazioni di usufruire della potenza inutilizzata delle schede video per eseguire operazioni di altro genere, anche in programmi che non fanno uso della scheda video.

Anche in questo caso il discriminante è la scheda video, anche se ce ne sono alcune in più in grado di utilizzare questa tecnologia: sono compatibili i modelli nVidia GeForce 8600M GT, GeForce 8800 GT, GeForce 8800 GTS, GeForce 9400M, GeForce 9600M GT, GeForce GT 120, GeForce GT 130 e i modelli ATI Radeon 4850, Radeon 4870.

Anche in questo caso il mio iMac è escluso dalle migliorie del nuovo OS.

Supporto 64 bit.

Solamente gli XServe con Snow Leopard partiranno nativamente con il supporto a 64 bit. Per tutti gli altri, se compatibili, occorrerà tenere premuti i tasti 6 e 4 durante la fase di boot.
Per sapere se il proprio Mac è dotato di una EFI a 64 bit è necessario aprire il terminale e digitare il seguente comando:

ioreg -l -p IODeviceTree | grep firmware-abi

Se la risposta è “EFI64“, allora avremo il supporto ai 64 bit, altrimenti no.

Grand Central Dispatch

Si tratta della tecnologia che ottimizza lo sfruttamento dei processori dotati di più core, assegnando i compiti ad ogni singolo core o processore in modo da sfruttare meglio la potenza del computer.

Ovviamente è riservata ai Mac con processore Dual core o multiprocessore.

In ogni caso, anche se non sarò in grado di utilizzare Snow Leopard al massimo delle sue funzionalità, ho già provveduto ad ordinarne una copia, perché sono certo che riuscirà egualmente a stupirmi così come ha fatto il suo predecessore. E voi cosa farete?