iPhone e iPad con ricarica wireless dal 2017

di Giovanni Ferlazzo Commenta

Apple starebbe lavorando, con alcuni fornitori asiatici, a una tecnologia di ricarica wireless a lunga distanza che dovrebbe debuttare nel 2017.

Ricarica wireless nel 2017 per i futuri iPhone e iPad. È questo l’obiettivo che si sarebbe posta Apple per il prossimo anno stando ad alcune fonti vicine al noto portale Bloomberg. Il colosso di Cupertino starebbe lavorando infatti a stretto contatto con i suoi fornitori asiatici per mettere a punto una tecnologia di ricarica wireless a lunga distanza da lanciare sul mercato tra un anno. Obiettivo principale di Apple è quello di ridurre le perdite di energia che si verificano all’aumentare della distanza con qualsiasi sistema di ricarica senza fili.
ricarica wireless apple

Produttori concorrenti hanno già messo a punto le loro soluzioni in questo senso, con Samsung in prima linea, mentre l’azienda della mela morsicata si è limitata al momento solamente alla tecnologia induttiva per Apple Watch. In ogni caso, tutto ciò che è disponibile in commercio al momento ha una linea comune: il dispositivo deve essere poggiato su un apposito pad affinché si ricarichi. Apple vuole andare oltre e permettere all’utente di ricaricare il proprio iPhone e iPad anche ponendo il device a qualche metro di distanza dal punto di energia.

Anche per questo i dettagli sono top-secret: le difficoltà sono tante, la prima è quella relativa alla perdita di energia sulla distanza che si accennava nel primo paragrafo. Ma l’azienda statunitense ha depositato diversi brevetti in merito: spicca in particolare una proprietà intellettuale registrata nel 2012 che sembra offrire un approccio “realistico e pratico” per la creazione di un campo di energia wireless capace di funzionare anche a distanze superiori ad un metro.

Di soluzioni di ricarica wireless per iPhone e iPad se ne parla ormai da diverso tempo, senza che si sia mai arrivati tuttavia a una vera e propria introduzione pratica. Il 2017 potrebbe essere l’anno buono secondo le ultime indiscrezioni e questa tecnologia diventerebbe di conseguenza una delle caratteristiche principali dei futuri device iOS.

[via]