Apple pronta a scegliere il formato Blu ray?

di Andrea "C. Miller" Nepori Commenta

 

apple tv

Alcuni dei rumors generati dalla febbrile attesa del Keynote di Steve Jobs suggeriscono che Apple potrebbe annunciare al Mac World l’implementazione di supporti Blu Ray su diversi prodotti della gamma. L’analista di American Technology Research Shaw Wu sostiene che l’azienda di Cupertino sarebbe già pronta a spedire alcuni modelli di Mac con lettore Blu Ray incorporato, mentre altre fonti anonime ipotizzano che Apple presenterà un nuovo modello di Apple TV pronto a supportare tale tecnologia ad alta definizione.

Il Blu Ray è il formato di DVD video ad alta definizione creato da Sony che si contrappone al formato HD DVD di Toshiba nella lotta per l’ affermazione dello standard DVD video del futuro. Fra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli ’80 le videocassette in formato Betamax di Sony, seppur superiori tecnologicamente, persero la battaglia contro i nastri in formato VHS di JVC. A meta anni ’90 anche la tecnologia MiniDisc, un brevetto di Sony, non riusci ad affermarsi nel mercato dei supporti musicali. Oggi l’azienda nipponica potrebbe prendersi una sonora rivincita proprio nel campo del video ad alta definizione grazie alla standardizzazione del formato Blu Ray.

Betamax
Una videocassetta Betamax

Disney, del cui consiglio di amministrazione fa parte guarda caso anche Steve Jobs, è una delle grandi case di produzione cinematografiche che fanno parte del Blu Ray Consortium ed è notizia di questi giorni che da maggio la Warner Bros, che attualmente rende disponibili i propri titoli anche in formato HD DVD, comincerà a distribuire DVD ad alta definizione soltanto in formato Blu Ray. La scelte delle grandi case dell’industria cinematografica sono importanti per l’affermazione di uno standard nel settore video ma rispetto agli anni ’80 oggi entrano in gioco fattori tecnologici nuovi. Anche la scelta di Apple (azienda da sempre all’avanguardia nel fornire soluzioni per l’elaborazione video) di schierarsi a favore di uno dei due formati supportandolo sui propri computer gioca quindi un ruolo importante nelle battaglia fra Sony e Toshiba.

Shaw Wu non specifica con precisione quali modelli saranno equipaggiati con i nuovi lettori ad alta definizione anche se presumibilmente gioveranno dell’upgrade i prodotti di fascia alta come ad esempio i Mac Pro che nel corso del 2007 non hanno goduto di particolari potenziamenti e che sono una scelta molto popolare fra i professionisti del settore video.

Secondo Saul Hansell del New York Times, anche un nuovo modello di Apple TV con supporto del formato Blue Ray potrebbe rivelarsi una scelta vincente sia per il prodotto di Apple, che finora ha goduto di scarso successo, che per lo stesso formato ad alta definizione di Sony. Il giornalista sembra però sottovalutare il fatto che il prezzo del dispositivo di Apple potrebbe lievitare sensibilmente nel caso dovesse montare anche un lettore di DVD ad alta definizione. Per quanto riguarda la Apple TV è dunque più probabile che il rilancio del prodotto possa passare attraverso l’offerta del servizio di noleggio film online che l’azienda di Cupertino si appresterebbe ad offrire tramite iTunes Store.