Apple: Netbook a 599 Dollari?

di Michele Baratelli 7

Possiamo con certezza scrivere che l’interesse del mercato verso i Netbook sia direttamente proporzionale a quello degli analisti verso un Netbook firmato Apple: non passa giorno, infatti, senza le dichiarazioni di qualche “esperto del mercato” che prevede l’imminente arrivo di un piccolo portatile con la meletta. La notizia solletica da sempre tutto il Mac Web e non solo: non è un caso che le ultime dichiarazioni di un analista, riguardanti l’arrivo di un Apple NetBook, siano apparse proprio su PC World.

Le dichiarazioni raccolte sono di Brian Marshall, analista presso Broadpoint AmTech: secondo Brian, Apple potrebbe invadere il mercato informatico grazie a un prodotto dal costo contenuto (sotto i 599 Dollari). Diamo un’occhiata alle parti saliente della relazione di Brian Marshall.

Brian Marshall pone la base della sua relazione sul fatto che Apple, attualmente, possiede circa il 3,5% del mercato informatico: una cifra notevole ma destinata a scendere per via della crisi economica unita all’elevato prezzo dei suoi prodotti (anche se di eccellenza).

Gli investitori e la stessa Apple, inoltre, sono preoccupati per la possibilità che un netbook possa essere un prodotto “cannibale verso il proprio listino”, ma credo che [un netbook] a 599 Dollari non possa essere tale se correttamente inserito tra i vari Notebook di Apple“.

Marshall prevede quindi l’arrivo di un un nuovo dispositivo con schermo da 10 pollici e un disco SSD da 16GB, governato da un processore ARM che sarà progettato proprio da quella PA Semi che è l’azienda produttrice di chip acquistata da Apple lo scorso anno per circa 278 milioni di Dollari.

Organizzando i costi di produzione, Marshall dimostra come Apple possa riuscire a vendere un Netbook a 599 Dollari e generare un profitto compreso tra il 35% e 40% su ciascuna unità, cifra che risponde al 35% del margine di guadagno che Apple aveva nel trimestre chiuso al Dicembre 2008.

Ma non credo che Apple voglia farsi spazio solo con un altro netbook tra i tanti“, ha detto Marshall. Invece, egli si aspetta che la società di Cupertino possa offrire tecnologie e soluzioni che i concorrenti non possono utilizzare. “Sarebbe interessante vedere in un Netbook alcune delle tecnologie di Apple, come uno schermo multi-touch e la suite iLife. Questo è ovviamente il passo cruciale che il Netbook di Apple deve intraprendere per differenziarsi dalla massa“.

Il Netbook di Apple rimane in cima alla top list dei prodotti che tutti noi vorremmo vedere presenti nel listino, forse solo per poter acquistare un portatile a 500 Euro circa. Questa tipologia di prodotti, però, obbliga l’utente a scendere a compromessi notevoli ed è per questo motivo che Apple ha introdotto il MacBook Air, la vera rivoluzione portatile.

Forse che tutti noi vogliamo un Netbook per poter avere la possibilità di acquistare un portatile di Apple a 499 Euro, compromessi compresi?

[via|PCWORLD]