iPad Suit Vaveliero (Made in Carcere) – recensione

di Andrea "C. Miller" Nepori Commenta

Il mercato delle custodie per iPad è dominato da case rigidi in stile SmartCase o da soluzioni ibride che si ispirano alla Smart Cover e fanno uso dei magneti di cui è dotato il dispositivo. Ci sono poi le sleeve in tessuto o pelle, per chi desidera invece una soluzione più a “pochette”, per proteggere meglio il dispositivo durante il trasporto.
L’iPad Suit di Vaveliero non si può collocare in nessuna delle due tipologie di prodotto: è realizzata in tessuto, come una sleeve, ma per usare l’iPad non è necessario estrarlo, grazie ad un sistema di elastici che tengono in posizione i due lembi di Lycra a protezione dello schermo durante il trasporto.

SONY DSC

Come suggerisce il nome, insomma, l’iPad Suit è una specie di vestito per il tablet Apple. Grazie all’elasticità della Lycra e del cotone non ci sono problemi di taglia, tanto che lo si può utilizzare con qualsiasi modello di iPad, anche qualora vi fosse già montata una custodia a protezione della scocca posteriore.

Quattro elastici angolari in tessuto tengono fermo il tablet all’interno della Suit. Per utilizzarlo non è necessario estrarlo, ma basta aprire verso l’esterno le due ali di lycra, arrotolandole ai bordi. Resteranno in posizione grazie agli stessi elastici cuciti agli angoli e lo schermo del tablet sarà totalmente esposto.

SONY DSC

Sul retro della Suit sono cucite alcune strisce di tessuto rinforzato. Le due più lunghe, che si incrociano al centro, sono fatte per potervi calzare all’interno una mano, mentre altre due più corte servono per stabilizzare la tenuta del tablet infilandovi le dita come fosse una tavolozza. Un’utile aggiunta che permette di utilizzare l’iPad con una sola mano.
E’ una buona soluzione per la fruizione dei contenuti, un po’ meno per gli usi a più alta interazione (scrittura, videogames, ecc…).

Struttura della custodia e modo d’uso della iPad Suit la rendono un prodotto che sa distinguersi per originalità del design complessivo, in parte a scapito della protezione.
Le ali di lycra che coprono lo schermo, in particolare, sono ottime per evitare i graffi, ma di certo non possono nulla contro gli urti che una Smart Cover potrebbe ad esempio attutire meglio. Se la necessità di proteggere l’iPad è la vostra prima priorità nella scelta di una custodia-pouche, questa iPad Suit potrebbe non fare al caso vostro.

SONY DSC

Il giudizio estetico è ovviamente demandato alla sensibilità di ciascuno. Sotto questo punto di vista mi limito a segnalare che i tessuti sono di buona qualità (seppur riusati e riciclati) e le rifiniture molto curate.

iPad Suit nasce dalla collaborazione fra VaVeliero e Made in Carcere, un’associazione che si occupa di riqualificazione professionale delle detenute della casa circondariale di Borgo San Nicola a Lecce. Un prodotto etico, insomma, che offre un concreto supporto ad un gruppo di donne in cerca di una seconda opportunità nella vita.

SONY DSC

Il prodotto è disponibile in quattro colorazioni “doppie”, a seconda del colore del tessuto sul restro e della lycra che copre lo schermo: Nero/Arancio, Blu/Blu, Denim Scuro, bianco e fucsia, Grigio/Nero.
Il prezzo, 39,90€, è leggermente alto per il tipo di prodotto, ma lo “comprendiamo” visti i risvolti sociali di questa produzione etica made in Italy.

iPad Suit è disponibile per l’acquisto sul sito di VaVeliero.