Spotify contro Apple, ora indaga anche l’Unione Europea

di Gio Tuzzi Commenta

Nuovo importante capitolo per la delicata storia che vede protagonista Spotify contro Apple, considerando il fatto che adesso anche l’Unione Europea ha deciso di vederci chiaro sulla vicenda. Al team, infatti, pare chi siano dei regolamenti interni che penalizzano l’app in questione, al punto da portare avanti una seria battaglia.

Cercando di analizzare al meglio la storia di Spotify contro Apple, possiamo esaminare più da vicino quanto trapelato di recente, con le tre richieste che giungono proprio dal team Spotify:

  1. Le app devono essere in grado di competere in modo equo nel merito e non in base a chi possiede l’App Store. Dovremmo essere tutti sottoposti allo stesso insieme di regole e restrizioni, incluso Apple Music

  2. In secondo luogo, i consumatori dovrebbero poter avere una vera scelta di sistemi di pagamento e non essere bloccati o costretti a utilizzare sistemi con tariffe discriminatorie come quelle di Apple

  3. Infine, gli app store non dovrebbero essere autorizzati a controllare le comunicazioni tra i servizi e gli utenti, compresa l’introduzione di restrizioni sleali al marketing e promozioni a vantaggio dei consumatori

Insomma, la storia di Spotify contro Apple va analizzata con grande attenzione e solo nei prossimi giorni ne sapremo di più, dopo l’indagine avviata direttamente dall’Unione Europea di recente.