Samsung vuole leggere il codice sorgente di iOS

di Lorenzo Paletti Commenta

Samsung prova a dare un’occhiata al codice sorgente di iOS. La richiesta, depositata presso una corte del Seoul Central District, spiega che Samsung ha bisogno di vedere il sorgente di iOS per verificare se Apple sta violando dei brevetti della compagnia coreana. Neanche a dirlo, Apple si sarebbe opposta alla richiesta definendola ridicola.

A riportare la notizia è il Korea Times, che trascrive il commento di un rappresentante di Apple: “La richiesta non ha alcun senso. Samsung sta dicendo che dovremmo smettere di proteggere i nostri dati più importanti”. La corte ha richiesto che un team di designer e ingegneri di Apple si presenti per testimoniare, ma la compagnia si è rifiutata di presentarli.

Al centro della questione c’è Notification Center. Secondo Samsung il sistema di notifiche scrollabile dall’alto su iOS potrebbe contenere elementi che violano alcuni brevetti registrati da Samsung. L’unico modo per saperlo con certezza, però, sarebbe quello di leggere il codice sorgente di iOS. La causa, depositata lo scorso mese, giunge ad un punto di stallo, e senza una data fissata per la prossima udienza non è nemmeno chiaro quando potrebbe proseguire.

Ricorderete che Notification Center è stato introdotto nel 2011 con iOS 5, poco tempo dopo che una simile soluzione era stata presenta anche su Android, il sistema operativo di Google. Alcune settimane fa Apple ha cercato di brevettare il suo Notification Center, depositando i documenti presso lo US Patent and Trademark Office, ma non è chiaro se questa mossa è in qualche modo legata alla causa con Samsung.

I coreani accusano Apple di avere ideato una feature identica a quella presente in iOS nel novembre del 2006. La soluzione sarebbe stata in seguito utilizzata sui dispositivi Android della linea Galaxy. Apple risponde sostenendo che Samsung ha solo scelto di continuare ad utilizzare una soluzione già presente sul mercato da tempo.

[via]