Quattro buoni motivi per attendere il 5G con Apple oggi 23 maggio

di Gio Tuzzi Commenta

Dettagli utili nel comprendere quali siano i quattro motivi per attendere il 5G con Apple oggi 23 maggio, secondo le informazioni raccolte di recente

5G
5G

Ci sono diverse ragioni per le quali un mondo come quello del 5G potrebbe cambiare non poco le carte in tavola per un brand del calibro di Apple, come evidenziato in questi giorni da una fonte come melablog. In questo particolare contesto, più in particolare, occorre concentrarsi su almeno quattro punti che potrebbero fare la differenza.

Ecco perché il 23 maggio occorre fermarsi un attimino sulla vicenda. Diventa indispensabile, giunti a questo punto, analizzare in ogni dettaglio quelli che potrebbero essere i vantaggi tangibili associati al 5G, per quanto concerne un mondo come quello di Apple:

ARKit: Attualmente, Apple è tra i leader nel settore sulla ricerca e sulle applicazioni di Realtà Aumentata e Realtà Virtuale. Non a caso, sappiamo per certo che a Cupertino è in corso una sperimentazione sui Visori AR. Un accesso veloce e costante all’Internet in mobilità sarà uno dei punti chiave di questi dispositivi.

iCar: Una rete veloce e ubiqua di comunicazione mobile è fondamentale per i veicoli a guida autonoma, per la comunicazione in tempo reale con le altre auto e per le informazioni su traffico e forze dell’ordine. Ci vorrà un lavoro enorme, e nessuno sa da dove cominciare, ma una cosa è certa: il sostrato su cui si basa tutto è il 5G e le versioni successive dello standard.

iPhone: Col progredire della velocità di rete, nasceranno nuove app e nuovi servizi che prima erano impensabili. E questo farà la differenza su smartphone.

Salute: Apple Watch è solo la tessera d’un mosaico molto più grande, fatto di dispositivi sempre più intelligenti capaci di monitorare un numero crescente di parametri vitali dell’utente, tipo Apple Watch Series 4 con ECG oppure AirPods 2, in arrivo entro quest’anno.

Non resta che attendere le prossime mosse di Apple, e se le cose andranno effettivamente così nello sviluppo del 5G dal punto di vista della mela morsicata.