OSX Leopard, ora ce l’abbiamo: Qualche domanda?

di 8hands 9

leopard-box-hands-on-top.jpg

Ieri usciva in contemporanea (quasi: per il fuso orario c’è chi l’ha avuto prima) Apple Leopard in tutto il mondo. Ieri c’era la presentazione nell’UNICO (ricordiamolo, un po’ di orgoglio nazionale, perbacco!) AppleStore continentale d’Europa. Ieri (in simultanea con tutto il mondo) in serata il postino me l’ha recapitato. Un pacchetto in perfetto orario. Scarto la confezione lucida, glossy, quasi tridimensionale. Quindi scusate se scrivo un po’ sfasato, ma…ho dedicato tutta la notte all’istallazione di Leopard OSX. E scrivo questo post dopo aver provato (quasi) tutte le features che mi interessavano.

Non tutti sarete ovviamente in possesso di una copia di Leopard per Mac da subito, quindi mi viene da chiedervi: a parte tutte le stupidaggini sulle 300 nuove features del nuovo sistema operativo di Apple, a parte tutte le centinaia di immagini che avete visto in mesi di beta pubbliche, ora, che volete sapere?

Il download completo è durato circa 3 ore su un 1.8 GHz PowerPC G5, con 1GB di RAM. Visto che ho la licenza multipla, vi terrò informato per le prossime installazioni. Intanto quindi vi do le prime impressioni, mutuando il discorso da un articolo simile uscito su Engadget (a proposito, avete visto? E’ passato da PageRank 7 a PR5, incredibile…).

* Apple l’aveva detto, niente backup del vostro Mac con Time Machine per i drive collegati con USB alla vostra Airport Extreme. Inoltre, non è prevista la possibilità di utilizzare condivisioni SMB (Server Message Block) per il backup, ma Time Machine può funzionare solo su network di file sharing con protocollo Apple – AFP (Apple File Protocol – per chi non è familiare con questi termini -).

* Una domanda ci assillava: il disco richiesto da TimeMachine per il backup lo avrebbe utilizzato in esclusiva? La risposta: no, potrete continuare ad usare lo spazio residuo del vostro disco rigido esterno a vostro piacimento.

* Il supporto “Classic”, cioè il sistema operativo OS9 non è stato eliminato per qualche oscura ragione tecnica, ma perchè Apple riteneva che fosse arrivato il momento di traslocare tutte le applicazioni, eliminando un supporto non più indispensabile. SIamo desolati per tutti gli affezionati e per gli utenti di QuarkXPress 4.

classicsdead.jpg

* Il nuovo sistema di condivisione dello schermo è basato su VNC, il che significa che potrete connettervi con un qualsiasi sistema VNC (Virtual Network Computing – software di controllo remoto per amministrare il proprio computer a distanza) sia di Apple che di altri. In ogni caso non potrete invece usare la condivisione dello schermo per iChat con altri computer che non siano Mac, nonostante il software VNC.

* No, non c’è YouTube in Front Row.

* Vi interessa sapere che Leopard non si sincronizza con l’iPhone tramite iSync? Beh, non lo fa. Ancora.

* SI ! Esiste (per tutti gli appassionati di Star Wars) un effetto ologramma – come quelli di R2D2 (o C1P8, se volete) per iChat. Volete mettere l’effetto che farete nell’apparire dicendo: “Aiutami a finire il tema, Alberto, sei la mia unica speranza…”

holograph.jpg

* Aspettatevi che l’aggiornamento di Leopard vi mangi circa 3GB di spazio su disco rigido.

* No, non potrete più aggiungere i drive sul dock, ma potrete fare cose turche con i folder !

* Se guardate la scatola potrete riflettervi fino a quattro volte, una in ogni lato della galassia olografica stampata sopra (è una stronzata? ok, ma sono le tre di notte…)

* La release finale è la 9A581.

* Anche noi (come i colleghi americani) non riportiamo particolari rallentamenti nell’istallazione di questo upgrade.

* Ancora non abbiamo trovato il modo di disattivare la barra traslucida del Dock, ma, a dire il vero, non è male. Sicuramente è meglio di quell’Aero Glass di Windows Vista, brutta e distraente.

* iChat Theater (opzione “condivisione dei documenti”) funziona con ogni formato di file o documento che ho provato perchè crea uno stream video del documento così che la persona dall’altra parte non è fondamentale che abbia il lettore per il nostro formato. Se vi pare poco.

Beh, che dire? La parola a voi. Domande, impressioni. E tutto il resto.