Nuovo capitolo per la battaglia Qualcomm-Apple: situazione al 19 luglio

di Giovanni Tripodi Commenta

Nuovo capitolo per la battaglia Qualcomm-Apple, almeno stando alla situazione che si è venuta a creare oggi 19 luglio tra i due brand. Proviamo a capire come stanno le cose

Si arricchisce di un nuovo capitolo la battaglia infinita Qualcomm-Apple oggi 19 luglio, visto che di recente sono trapelati ulteriori dettagli sulla disputa che rischia di creare non pochi problemi giudiziari al colosso di Cupertino.

Vedere per credere quanto è stato dichiarato di recente dal CEO di Qualcomm, Steve Mollenkopf, che ha chiarito alcuni aspetti estremamente delicati su questa vicenda:

“Al centro di tutta questa storia ci sono proprio i prezzi delle licenze e quanto bisogna pagare per avere la tecnologia che Qualcomm offre e che viene utilizzata nei prodotti Apple. La realtà è che abbiamo un contratto, ma c’è qualcuno che vuole pagare meno e sta facendo di tutto per raggiungere questo obiettivo. Il contratto tra Qualcomm e Apple esiste da diverso tempo e nulla è cambiato rispetto al passato. La nuova posizione di Apple è solo un gioco strategico per avere prezzi migliori.

Già nei primi anni 2000 abbiamo affrontato un caso simile contro la Broadcom e alla fine ci siamo accordati per una determinata cifra da pagare fuori dalle aule di tribunale. Sono molto fiducioso sul fatto che anche la controversia con Apple si risolverà senza l’intervento dei giudici”.

Siamo in attesa di capire quale sarà la presa di posizione ufficiale da parte della mela morsicata su una questione sempre più complessa dopo lo scoppio del caso Qualcomm-Apple.