Microsoft presenta Windows 10

di Giovanni Biasi 1

Esatto, Windows 10 e non 9. Allontanandosi da quanto fatto con la versione 8, Microsoft propone ora un'esperienza utente più classica, che attinge dalle versioni precedenti e mischia le novità con le caratteristiche più tradizionali.

windows-10-start

Durante un evento tenutosi a San Francisco il 30 Settembre scorso, Microsoft ha ufficialmente svelato al mondo la nuova versione del suo sistema operativo, che prende il nome di Windows 10. Esatto, dopo Windows 8 abbiamo il 10, non si sa bene perché. Come nella versione precedente, anche qui abbiamo i famosi Live Tile, i riquadri animati che si amano o si odiano, ma questa volta sono inseriti in una nuova interfaccia utente che attinge anche da Windows 7, in modo da rendere il tutto più “classico” e accessibile a tutti coloro i quali non hanno esattamente amato la deriva presa con la versione 8. 

Tra gli elementi più importanti introdotti nella nuova versione troviamo il menu Start, che come accennavamo risulta in un mix tra vecchio e nuovo, l’apertura delle applicazioni Windows Store in finestredesktop multipli, e miglioramenti nel campo del multitasking.
Windows 10, inoltre, nasce con l’obiettivo di adeguarsi perfettamente ad ogni dispositivo utilizzato:

Windows 10 si adatta al dispositivo utilizzato dagli utenti – da Xbox fino a PC, smartphone e tablet e gadget più piccoli – e a ciò che stanno facendo, e lo fa offrendo un’esperienza completa e intuitiva, che riesce ad aumentare la produttività.

Insomma: mentre Apple si appresta a rilasciare OS X Yosemite, Microsoft torna un po’ sui suoi passi, allontanandosi in qualche modo da Windows 8 per offrire un’esperienza più classica. E non è che gli si possa dare torto: se Cupertino, da un lato, riesce sempre a fare in modo che la propria base d’utenza scarichi la versione di OS X più nuova, Microsoft non c’è ancora riuscita. Durante lo scorso mese di Aprile si è registrato che il 49% degli utenti Windows continuavano ad usare la versione 7, lanciata nel 2009, mentre il 28% continuavano ad affidarsi a Windows XP, un sistema operativo ormai vecchio di dodici anni. Windows 8 e 8.1 risultavano installati solo dall’11% degli utenti. Non esattamente un successo.

Fun fact: l’uscita di Windows 10 è stata anticipata da un pesce d’aprile datato Aprile 2013.

via | Mac Rumors