Maps Connect: da oggi sarà possibile aggiungere il proprio negozio sulle mappe di Apple

di Lorenzo Paletti Commenta

Arriva anche in Italia Maps Connect, il servizio di Apple che permette a chiunque di aggiungere il proprio esercizio commerciale sulle mappe di iOS e OS X Yosemite. Basterà a fare concorrenza a Google Maps?

12332-6103-ios8maps-geneva-l

Maps Connect è il portale di Apple che permette di aggiungere un esercizio commerciale privato sulle mappe di Apple senza dover firmare un complesso accordo con Apple. L’obiettivo di Maps Connect è di fare una concorrenza sempre più agguerrita a Google Mappe, permettendo a qualsiasi esercizio commerciale privato di comparire sulle mappe di iOS e OS X Yosemite. E da oggi è possibile farlo anche in Italia.

Gli esercizi commerciali che desiderano registrarsi su Maps Connect possono farlo attraverso una comoda interfaccia web. Ovviamente le inserzioni vengono verificate manualmente da Apple prima di comparire sulle mappe dell’azienda.

Maps Connect è stato lanciato per la prima volta nell’ottobre dello scorso anno. Il servizio era riservato agli Stati Uniti, ma da allora ha cominciato ad allargarsi in altri stati, come Australia, Canada, Francia, Germania, Irlanda e Nuova Zelanda, Singapore e Regno Unito. Ora il servizio si è allargato anche a Italia, Messico e Svizzera, diventando attivo in 12 stati.

Maps Connect è una mossa necessaria per Apple, che in questi anni ha molto faticato nel tentativo di aumentare la popolarità delle sue mappe, colpite da un critico lancio che ha portato al licenziamento di Scott Forstall.

Google Mappe rimane una delle applicazioni più scaricate su App Store, ed è considerata non solo più accurata, ma anche dalle feature più ricche (una caratteristica su tutte: le mappe di Google permettono di conoscere gli orari dei mezzi pubblici senza dover accedere ad alcuna applicazione esterna, come accade per le mappe di Apple).

La prima release delle mappe di Apple era priva di importanti informazioni o dotata di informazioni errate che hanno danneggiato l’immagine di Apple, raccogliendo l’attenzione degli utenti sui social network e dei media statunitensi.

Riuscirà Cupertino a farsi perdonare tutti quegli errori?

[via]

Lorenzo Paletti

Fisico per professione, prestigiatore per passione, autore nel tempo libero. Gli piace parlare di sé in terza persona.