iWatch: Apple sta testando schermi da 1,5 pollici su 1000 unità?

di Lorenzo Paletti Commenta

hex_vision_ipod_nano_watch-250x404

Apple sta davvero lavorando ad uno smartwatch? Tutte le indiscrezioni e le fonti sembrano confermarlo, e il dispositivo potrebbe essere presentato prima della fine dell’anno. Ora il blog giapponese Macotakara racconta che Apple starebbe testando display da 1,5 pollici per il suo iWatch.

La fonte della notizia è la versione taiwanese dell’Economic Times. Secondo la rivista, Apple avrebbe tra le mani alcuni display di prova da 1 pollice e mezzo prodotti da RITEK, o meglio, dalla sussidiaria RiTdisplay. Secondo il giornale, RITEK non solo fornirà il display per l’orologio, ma anche la tecnologia touch per lo schermo. Non è la prima volta che si parla di RiTdisplay. Già lo scorso dicembre i rumor riguardanti un fantomatico iWatch puntavano proprio ad un pannello da 1,5 pollici di RiTdisplay, mentre sembrava che Intel stesse collaborando con Apple per dare vita al dispositivo.

Pare, prosegue Macotakara, che Apple avrebbe inizialmente pensato di utilizzare uno schermo da 1,8 pollici, ma si sarebbe accorta che il display era di dimensioni eccessive e avrebbe quindi scelto di passare alla taglia inferiore attualmente in prova.

Foxconn, che invece dovrebbe ritrovarsi con il compito di assemblare il dispositivo, pare abbia già ricevuto gli ordini per la prima produzione di prova. Nella fabbrica della Hon Hai si starebbero già assemblando 1000 unità di prova di iWatch, che permetterà di verificare il processo produttivo per l’orologio e testare il prodotto finito.

La notizia di un iWatch ha preso piede negli scorsi mesi, sostituendo l’eterno rumor riguardante un televisore made in Cupertino. A dicembre del 2012 si sospettava che Apple e Intel stessero collaborando per un orologio, mentre il New York Times (che lo scorso anno aveva correttamente previsto il lancio di iPad mini) ha rincarato la dose a marzo sostenendo che Apple stesse sperimentando con degli schermi curvi. Bloomberg ha quindi martellato l’ultimo chiodo nella bara, sostenendo che Apple abbia 100 ingegneri al lavoro sul progetto.

[via]