iWatch: 100 ingegneri di Apple al lavoro sullo smartwatch?

di Lorenzo Paletti 4

iWatch

Dopo il New York Times e il Wall Street Journal, anche Bloomberg si accoda alla lista delle importanti testate che parlano dell’iWatch di Apple. Secondo Bloomberg, Apple avrebbe messo un team di 100 persone al lavoro sul vociferato orologio di Cupertino.

Il team, le cui dimensioni sarebbero cresciute durante gli ultimi anni, include manager, membri del gruppo marketing di Cupertino e ingegneri hardware che hanno lavorato in precedenza a iPhone e iPad. A riportare la notizia è Bloomberg, che avrebbe avuto contatti con due persone vicine all’azienda. Stando a quanto riportato da queste due persone, la dimensione del gruppo indica che Apple avrebbe già superato la fase di sperimentazione, e starebbe progettando un prodotto da lanciare sul mercato.

Tim Cook, nel frattempo, si trova ad affrontare un problema. Si tratta della caduta del 30% del titolo in borsa di Apple. Gli investitori hanno bisogno di sapire che il futuro di Apple è florido e che non è tutto finito con iPhone e iPad. Forse anche per questa ragione i rumor di questi giorni vengono pubblicati con precisione. È passato giusto un anno da quando il Wall Street Journal ha lasciato traperlare la notizia dell’esistenza di un iPad mini, e ad ottobre del 2012, iPad mini è stato presentato. Ora Cupertino potrebbe stare cercando, per via traverse, di rassicurare i propri investitori. Un progetto per il futuro c’è, ed è un orologio da polso.

Nel frattempo fa discutere anche una dichiarazione rilasciata dal CEO di Pebble, lo smartwatch finanziato tramite Kickstarter che ha riscosso un successo eccezionale sulla rete. Mentre le prime unità dell’orologio vengono distribuite,  CNBC ha contattato Eric Migicovsky riguardo una possibile acquisizione da parte di Apple della sua compagnia. Migicovsky ha risposto: “Sfortunatamente non posso rilasciare nessun commento a questo proposito”. Non è chiaro se la risposta sia stata volutamente rilasciata per far credere che qualcosa bolla in pentola (e aumentare ulteriormente l’interesse verso Pebble) o se Apple possa veramente avere cercato contatti con Migicovsky per mettere le mani sul suo smartwatch e-ink. Ciò che pare ormai molto probabile è che ad Apple si stiano davvero dando da fare per fare arrivare un iWatch sul mercato entro la fine dell’anno.

[via]