iTunes cloud in ritardo a causa dei diritti musicali?

di Redazione 6

Come ricorderete, quando all’inizio dell’anno Apple acquisì Lala (il servizio di streaming musicale tramite il Web) la prima cosa a cui si pensò fu l’implementazione di una versione “in the cloud” di iTunes che avrebbe permesso l’accesso alle proprie librerie musicali in qualunque punto del globo grazie ad Internet e ad un browser.

Secondo quanto riporta Electronista, una versione distribuita di iTunes sarebbe effettivamente in via di sviluppo nei laboratori dell’azienda di Cupertino ma la sua presentazione sarebbe stata rimandata a causa di problemi legati ai diritti musicali. In pratica, Apple non avrebbe ancora trovato l’accordo con le quattro maggiori etichette discografiche per poter effettuare lo streaming musicale direttamente dai suoi server (ecco a cosa potrebbe servire il mastodontico datacenter di Apple in North Carolina).

Il problema è che Apple non è in grado di utilizzare le vecchie licenze (di Lala) per lo streaming remoto dal momento che tali licenze sono state esplicitamente escluse dalle condizioni previste dal contratto di acquisizione.

Secondo quanto riportato dalle fonti, la nuova versione di iTunes non sarà solo capace di effettuare lo streaming di contenuti musicali direttamente dai server Apple verso computer e dispositivi con iOS, ma permetterà anche di effettuare lo streaming dai dispositivi stessi attraverso Internet (per quanto riguarda questa seconda funzionalità, Apple non ha bisogno di alcuna licenza aggiuntiva).

Apple sta cercando in tutti i modi di accelerare i tempi per recuperare terreno nei confronti del suo concorrente Google, il quale ha dotato Android di nuove funzionalità per lo streaming. Ovviamente, non ci sono ancora date indicative sul rilascio del nuovo iTunes; è possibile, tuttavia, che sia presentato durante l’evento musicale di fine estate, dedicato principalmente ad iPod e a tutti gli appassionati di musica.

[via]