“Il mio Mac non prende virus”: storia di una bugia e di come porre un rimedio

di Gio Tuzzi Commenta

Alcune dritte per affrontare al meglio una situazione sempre più frequenti

Mac
Mac

Chi ha detto che i sistemi operativi iOS non prendono virus? E che non possono essere oggetto di attacchi vari? Per molto tempo è circolata la notizia (una vera e propria fake news, possiamo dirlo!) che i prodotti Mac fossero inattaccabili e impenetrabili.

Le cose in realtà sono un po’ diverse, quindi è necessaria – anche per tutti gli utilizzatori dei prodotti della casa di Cupertino – un’adeguata protezione digitale che tenga a bada agenti esterni e monitori il corretto funzionamento dei software interni.

 

Come nasce questa leggenda metropolitana?

 


Sicuramente molto deriva dal fatto che sui dispositivi Apple non possano essere scaricate applicazioni provenienti dall’esterno. Cioè non approvate (e distribuite) dall’Apple Store.
Inoltre il fatto che non siano installabili programmi non approvati da Apple, permette di mantenere un certo controllo su contenuti dannosi che potrebbero (in altre situazioni e con altri sistemi operativi) introdursi e creare dei danni. Bisogna poi anche fare i conti con l’egocentrismo degli scrittori di virus. Chi crea un virus cerca visibilità e le statistiche dicono che i maggiori sistemi hardware sulla faccia della terra montano Windows e Android. Banalmente, da un punto di vista di opportunità, produrre un virus per un Mac non darebbe le stessa chance di visibilità (e di danno, ovviamente) che scriverlo per Windows. Ecco, insomma, questi sono tutti indizi e informazioni che possono servirci e tornarci utili per “disegnare” una tendenza (il Mac è meno esposto) ma che di fatto non rappresentano una certezza.

 

Scegliere un antivirus per iOS che dia sicurezza

 

Avast ad esempio è uno di questi. Si tratta di un precursore del nuovo modo di intendere gli antivirus; è stato uno dei primi software gratuiti in grado di competere ad alti livelli e senza mai mettere il consumatore nelle condizioni di dover rimpiangere i diretti concorrenti che da più tempo frequentavano i mercati. Opinioni e recensioni a proposito dell’antivirus Avast sono sotto gli occhi di tutti. Non dobbiamo quindi fare nessuna operazione di fantasia per poterne parlare bene. Basta – evidentemente – attenersi ai fatti.

Avast e Mac: un sodalizio sinonimo di garanzia e affidabilità

Come abbiamo già abbondantemente detto nessun Mac è immune alle minacce esterne.  Per questo Avast mette a disposizione dei suoi clienti un prodotto specifico per il mondo della “mela morsicata” e lo fa assicurando una protezione su tre differenti fronti. Prima di tutto sul lato “intercettazione malware”, poi sul lato monitoraggio siti web e infine intervenendo sul lato reti Wi-Fi vulnerabili. In questo modo viene garantita una copertura e una messa in sicurezza davvero a 360 gradi e anche le remote possibilità di contrarre infezioni saranno davvero ridotte al lumicino e gli utilizzatori di iOS potranno tirare un sospiro di sollievo e vivere al meglio quell’esperienza unica che è data dai prodotti a cui hanno deciso di giurare eterna fedeltà perché, come si dice Oltreoceano tra i fedelissimi… once Apple always Apple.