FaceTime e iMessage sono i servizi più sicuri per il pubblico generico

di Lorenzo Paletti 3

BlackBerry ha passato una intera vita a convincerci che il suo servizio di messaggistica fosse il più sicuro della terra. Ma ora la EFF conferma che iMessage e FaceTime sono le migliori soluzioni per il mercato in termini di sicurezza. Migliori di BlackBerry Messenger, Google Hangouts, Facebook e Skype.

13.10.02-iMessage

BlackBerry ha passato una intera vita a convincerci che il suo servizio di messaggistica fosse il più sicuro della terra. Ma ora la EFF conferma che iMessage e FaceTime sono le migliori soluzioni per il mercato in termini di sicurezza. Migliori di BlackBerry Messenger, Google Hangouts, Facebook e Skype.

La Electronic Frontier Foundation ha preso in esame una dozzina di diversi servizi disponibili sul mercato, verificandone il codice e la tecnica utilizzata per criptare i messaggi. A seguito dello studio, la EFF ha dichiarato che il sistema di Apple è il migliore:

Attualmente fornisce la migliore protezione contro tecniche di sorveglianza sofisticata e mirata ad una persona.

La EFF ha anche accusato AIM, BlackBerry Messenger, Facebook Messenger, Whatsapp, Google Chat e Hangouts, Skype, Secret, SnapChat e Yahoo Messenger di non utilizzare cifratura end-to-end nella trasmissione delle conversazioni testuali.

Cupertino ha cominciato a cifrare i messaggi inviati e ricevuti dai suoi utenti ai tempi di iChat, sfruttando certificati distribuiti attraverso .Mac. Ciò nonostante Apple non ha ancora introdotto funzioni di cifratura in Mail.

La EFF ha anche riconosciuto ad Apple di avere spiegato con cura il modo in cui iMessage e FaceTime sono stati disegnati per salvaguardare la privacy degli utenti. EFF si è complimentata anche con BlackBerry Protected per la stessa ragione, ma non con i servizi usati dal pubblico generico come BlackBerry Messenger, Facebook, Google Hangouts e Skype.

Altri due test (“le mie comunicazioni precedenti sono sicure se qualcuno ottiene la mia chiave di cifratura” e “il codice è stato utilizzato?”) sono anche state passate da iMessage e FaceTime, ma non dalla concorrenza.

La EFF ha quindi concluso:

La maggior parte dei servizi utilizzati dal pubblico generico non sfrutta le più basilari tecniche di privacy – inclusa la cifratura end-to-end e il codice open source.

Mentre il codice di iMessage è disponibile per chiunque voglia verificarne l’affidabilità.

via