Facebook sta per lanciare un concorrente a Siri?

di Lorenzo Paletti Commenta

Facebook sta cercando di inserire un assistente vocale all'interno di Messenger, per fare concorrenza a Cortana, Siri e Google Now. Il suo nome? Monneypenny.

13561-8459-12191-5816-messengerpaymentsareabadidea-l-l

Diverse aziende del settore tecnologico si stanno rivolgendo alla produzione degli stessi prodotti. Tra queste c’è Facebook, che vanta nono solo di possedere due dei più utilizzati servizi di messaggistica immediata (Messenger e WhatsApp) ma che presto potrebbe produrre anche un assistente vocale che possa fare concorrenza a Siri, Cortana e Google Now.

Il nome dell’assistente personale sarebbe Moneypenney, come la segretaria del servizio segreto della regina Elisabetta in James Bond. Secondo the Information, che ha pubblicato informazioni riguardo il lavoro interno di Facebook, l’obiettivo dell’azienda è quello di creare una esperienza umana.

Oltre ad un nome in codice piuttosto vago (anche se bisogna ammettere azzeccato), non si conoscono molte informazioni del nuovo progetto dell’azienda di Zuckerberg. Il software sarebbe attualmente in fase di test come componente di Messenger, l’applicazione per la messaggistica immediata di Facebook separata ormai da qualche tempo dall’app principale per la navigazione del social network.

Apple, Google e Microsoft producono le loro assistenti virtuali (Siri, Google Now e Cortana), ma nessuna di queste è nota per la sua umanità. Moneypenny potrebbe essere quindi un mix tra Siri e Echo, l’assistente virtuale venduto da Amazon nel suo speciale altoparlante che è possibile montare in casa e con il quale è possibile dialogare liberamente in ogni momento della giornata per acquistare qualcosa sul sito, impostare un timer o ascoltare un brano musicale.

Facebook offrirà verosimilmente il servizio di Moneypenny all’interno dell’app Messenger su tutte e tre le principali piattaforme mobili: iOS, Android e Windows. Non è chiaro se Facebook farà pagare il servizio, anche se il suo buon funzionamento potrebbe fare una ottima pubblicità a Messenger e spingere ulteriormente l’adozione della piattaforma di Zuckerberg e soci.

Facebook è sempre al lavoro per l’aggiunta di nuove funzioni in Messenger. Dopo avere introdotto il supporto ad app di terze parti per l’invio di contenuti multimediali, Messenger ha di recente introdotto anche la possibilità di inviare e ricevere somme di denaro tramite l’app.

[via]