BlackBerry perde terreno anche presso l’FBI

di Luca Iannario 4

Fed2 1306518840

Fino a qualche mese fa la maggior parte delle aziende mondiali (sia pubbliche che private) era devota esclusivamente a RIM e ai suoi BlackBerry, ritenuti i cellulari aziendali per eccellenza. Recentemente, tuttavia, sembra proprio che questa tendenza stia lentamente scemando.

Tutto questo per il crescente interesse, anche in ambito industriale, verso i prodotti mobili Apple (soprattutto iPhone e iPad) che stanno creando non pochi grattacapi alla dirigenza di RIM. Anche presso l’FBI, infatti, è sempre più usuale incontrare agenti che consultano dati attraverso il tablet o lo smartphone realizzati dall’azienda di Cupertino. Non solo FBI, ma anche il Dipartimento di Stato, l’esercito e la NASA.

Si tratta di un fenomeno di transizione che non riguarda solo i telefoni cellulari e i tablet; basti pensare, ad esempio, che anche Microsoft Outlook sta cedendo molto terreno a Gmail (ben 17.000 account di dipendenti pubblici USA sono in transizione verso il servizio di posta elettronica di Google).

Provate solo ad immaginare il giro di denaro che ci sia dietro l’uso di questi servizi. E’ chiaro che diverse aziende saranno penalizzate da questa transizione, che in buona parte è frutto della loro staticità e della mancanza di innovazione perché adagiate sugli allori grazie alla (ex) posizione monopolistica nel mercato. Il cambiamento, però, permetterà alla pubblica amministrazione di ottenere un risparmio significativo rispetto agli 80 milioni di dollari spesi ogni anno per l’IT.

La transizione verso iPad e iPhone (ma anche verso Android) è frutto di un fenomeno sociale senza precedenti. Essa è voluta dall’alto, dalla dirigenza che usa questi gadget nella vita privata e che desidera usarli anche in quella lavorativa. Del resto, perché non dovrebbe essere possibile? Ma una forte spinta arriva anche dai lavoratori, i quali ritengono che questi oggetti possono garantire una migliore mobilità, legandoli meno possibile ai luoghi (fisici) di lavoro.

E voi, usate iPad e iPhone solo nella vita privata o anche in quella lavorativa? Fatecelo sapere nei commenti.

[via]