Bentley gira uno spot con iPhone 6, di nuovo

di Redazione Commenta

Bentley sceglie di girare un nuovo spot pubblicitario usando solo iPhone 6, iPhone 6 Plus e il software disponibile su iOS. Per dimostrare un'altra volta la qualità della fotocamera del telefono di Apple.

spot bentley iphone 5s ipad air

Circa un anno fa, Bentley ha lanciato il suo primo spot interamente girato con un dispositivo iOS. La celebre azienda di automobili è ora tornata ad utilizzare un telefono di Apple (questa volta iOS 6) per girare il suo ultimo spot commerciale. Nelle immagini, che potete vedere in questo articolo, l’azienda mostra l’esibizione Savile Row Bespoke di Washington.

Lo spot fa parte della serie Intelligent Details di Bentley. Lo spot promuove l’esibizione “Savile Row e l’America, una Speciale Relazione Sartoriale”, organizzata dalla Savile Row Bespoke Association. L’associazione si occupa di individuare le connessioni tra le aziende americane e la famosa via inglese nota per i suoi sarti. Ospitata nell’abitazione privata dell’ambasciatore inglese per gli Stati Uniti, Sir Peter Westmacott, l’esibizione ha avuto luogo gli scorsi 14 e 15 maggio. Bentley è stato lo sponsor principale dell’evento.

Come per il primo video Intelligent Details lanciato nel 2014, Bentley ha collaborato con il regista Austin Reza per la creazione del video. Reza ha applicato le stesse tecniche video utilizzate lo stesso anno, sfruttando però nuovo hardware e nuovo software.

Reza ha utilizzato iPhone 6 e iPhone 6 Plus, uno stabilizzato MoVI M5, una BeastGrip Pro per montare lenti e filtri professionali su iPhone e una lente anamorfica di Moondog Labs. Sul lato software, Reza ha scelto di utilizzare nuovamente una app già sfruttata per girare un intero film presentato al Sundance Film Festival, Tangerine: si tratta di FiLMiC Pro.

Non è stato indicato quale software abbia usato Reza per effettuare il montaggio dei suoi video, ma la clip dello scorso anno mostrava un Reza intendo all’editing del video su un iPad montato all’interno di una Bentley Mulsanne. È probabile che anche quest’anno il regista abbia sfruttato iOS per l’editing del video.

[via]