Apple VS Nokia: lo staff dell’ITC con i finlandesi

di Redazione Commenta

Lo Staff della International Trade Commission ha emesso il proprio parere sulla presunta violazione di brevetti Apple da parte di Nokia, oggetto del caso che vede contrapposte le due superpotenze del settore mobile. Il primo round è dei finlandesi, che non sarebbero colpevoli di aver violato i brevetti contestati da Apple in parte perché alcuni passaggi dei patent non sarebbero validi, in parte perché per alcuni dei brevetti la violazione proprio non sussisterebbe.

Non si tratta di una sentenza, sia ben chiaro, ma di un primo parere che lo Staff della Commissione, con ruolo di terza parte in rappresentanza del pubblico, ha reso noto tramite un memo diffuso lunedì. A febbraio il caso finirà davanti al giudice dell’ITC Charles Bullock, che deciderà se assecondare o meno le note dello Staff, per poi emettere il proprio giudizio.

Apple aveva controdenunciato Nokia a dicembre 2009 dopo che l’azienda finlandese aveva mosso per prima, circa un anno fa, accusando Cupertino di aver violato una decina di brevetti relativi, fra le altre, alle tecnologie GSM e WLAN.

Lo Staff non si è ancora espresso circa i brevetti di cui Nokia aveva contestato la violazione da parte di Apple in quella prima denuncia, che verrà però dibattuta già il prossimo 29 novembre. In quel caso sapremo (salvo rinvio) se vi sarà un riallineamento della bilancia. Nel caso a fine novembre anche le violazioni lamentate da Nokia non fossero ritenute valide si potrebbe andare sostanzialmente verso una situazione pari e patta (nessuno ha violato i brevetti di nessuno). Sempre che a febbraio il giudice Bullock confermi quanto sostenuto dallo Staff nel caso Apple VS Nokia.