Apple supera Microsoft Windows nel Q4 2013

di Giovanni Biasi 5

Questo è quello che si può facilmente chiamare un momento simbolico per Apple. Sette anni fa, a Cupertino lanciavano il primo iPhone, e da quel momento, oggettivamente, cambiavano un sacco di cose per la mela morsicata. Sette anni in cui la popolarità dei dispositivi iOS è salita alle stelle, nonostante essi (iPhone, iPad, iPod Touch) siano sempre rimasti fissi sulla fascia di prezzo medio-alta del mercato (insomma, ormai è difficile trovare un iPhone nuovo a meno di 600€). E come fa notare l’analista Benedict Evans, oggi sappiamo che durante l’ultimo quarto del 2013, Apple ha venduto un numero di computer superiore a quello dei PC con Windows.

apple supera windows

Per “computer”, è doveroso specificarlo, si intendono Mac e dispositivi iOS, quindi i già citati iPhone, iPad e iPod Touch, cresciuti vertiginosamente durante gli ultimi anni.
E la proporzione è spiegata in modo piuttosto chiaro nell’immagine che vi alleghiamo qui sopra: Apple supera i PC con Windows, mentre considerando anche i dispositivi Windows Phone, i due marchi finiscono con l’essere più o meno in parità.

Numeri del genere erano impensabili per Apple, già solo qualche anno fa. Perché nonostante i Mac siano cresciuti in modo significativo dal 2004-05 in poi, hanno comunque fatto una certa fatica a superare l’uno o i due milioni di unità vendute, a fronte di spedizioni PC che sfioravano le 200 milioni di unità. La differenza, insomma, non era esattamente irrisoria.

Ma oggi questi dati ci dicono sicuramente qualcosa di concreto riguardo il mercato, ci parlano e documentano una situazione, un trend che non si può più ignorare. Le preferenze digitali degli utenti si stanno spostando pian piano lontano dai computer desktop e dai notebook, per raggiungere dispositivi più accessibili, più comodi, più moderni. Smartphone e tablet, appunto. E chi può dire come andrà a finire questo periodo, e quanto ancora rimane da vivere ai computer più classici?

Voi cosa ne pensate?

via | Apple Insider