Apple Store Porta di Roma: inaugurazione con balletto

di Lucio Botteri 25

Stamattina ha aperto i battenti il decimo Apple Store italiano, il 365° nel mondo, il secondo a Roma.

Si tratta dell’ennesimo store che apre all’interno di un centro commerciale (il Porta di Roma, a Roma Nord, come vi abbiamo accennato nei giorni scorsi), ottima notizia per chi abita in quella zona, nulla di nuovo per gli altri in quanto si tratta di uno store assolutamente identico a quello di Roma Est. L’inaugurazione ha seguito il solito copione: gente in fila tutta la notte, cornetti caldi e caffè offerti da Apple, magliette esclusive ai primi 1000 clienti, cori d’incitazione e stavolta persino un balletto. Dopo il salto gallery, video e qualche altra parola.

Ormai lo sappiamo per esperienza diretta, ogni evento Apple attrae appassionati, blogger, stampa e curiosi in grandi quantità. L’inaugurazione di stamattina non è stata da meno, con centinaia di persone accorse all’evento, alcune anche da lontano (alcuni sono collezionisti di aperture, o meglio, delle t-shirt commemorative).

Peculiarità di questi eventi è la grande euforia che, spontaneamente o meno, manifestano i commessi del negozio. Euforia che li porta ad intonare cori, canzoncine a tema, dare il cinque ai clienti, fare la ola, eccetera. Impossibile non notare il contrasto di questi rituali con l’immagine, amichevole sì, ma da sempre seria e minimalista, dell’azienda. La suddetta euforia ha oggi toccato un nuovo apice: poco prima dell’apertura i commessi hanno esibito una lunga performance di ballo di gruppo che ha forse divertito, ma sicuramente anche imbarazzato. Per Filippo Corti di MacBlog sono stati sei minuti d’inferno, mentre Il Fatto Quotidiano parla addirittura di (lesa) dignità del lavoratore.

Tornando a parlare dello store in sé, lo ripetiamo, è assolutamente identico agli altri store del nostro Paese, con l’eccezione di quello di Bologna che è l’unico al di fuori di un centro commerciale. Una novità notata da Fabio Zambelli di SetteB.it (sue tutte le foto dell’articolo), che comunque non è esclusiva del nuovo negozio, è la sostituzione dei Mac dai due banchi per bambini in favore di due iPad.

Tutte le altre informazioni utili a riguardo possono essere prese dalla pagina dedicata sul sito ufficiale.