Apple pronta a vendere 350 milioni di iPhone nei prossimi 18 mesi

di Giovanni Tripodi Commenta

Apple potrebbe vendere ben 350 milioni di iPhone nei prossimi 18 mesi, conquistando finalmente anche il mercato cinese.

iPhone 7
iPhone 7

Non è stato un anno di grandi traguardi per Apple, con vendite non eccelse, ma non si può di certo parlare di anno fallimentare. L’azienda di Cupertino è sempre ben apprezzata in campo tecnologico ed i suoi utenti fedeli hanno sempre mostrato grande attaccamento per i nuovi iPhone. La vera svolta sul mercato però dovrebbe arrivare con i nuovi iPhone 2018 e stando alle previsioni degli analisti di GBH Insights nei prossimi 18 mesi Apple arriverà a vendere 350 milioni di iPhone. Una cifra senza dubbio consistente che terrà conto principalmente delle novità che apporterà in campo smartphone l’azienda di Cupertino.

Con l’iPhone 8 e l’iPhone 8 Plus non abbiamo assistito ad alcun tipo di stravolgimento, anzi le loro vendite sono state piuttosto sottotono perché considerati troppo simili ai modelli precedenti. Qualcosa in più è stato fatto con l’iPhone X, dando vita ad una nuova fase che Apple porterà avanti con gli iPhone 2018. Infatti quest’ultimi saranno esteticamente simili all’iPhone X, ma finalmente ci saranno anche novità tecnologiche che potranno garantire un maggior appeal per tale device.

Come molti sapranno si punterà su tre modelli di cui quello da 6,1 pollici si ritroverà ad essere più economico perché sarà realizzato con un pannello LCD, mentre gli altri due modelli avranno un display OLED. Le novità apportate con tali device garantirà ad Apple, almeno stando a quanto previsto dagli analisti di GBH Insights, una aumento di vendite consistente che arriverà ad una cifra di circa 350 milioni di dispositivi venduti in circa 18 mesi.

Un bel bottino che comprenderà anche il mercato cinese, infatti finalmente anche in Cina Apple inizierà ad avere maggior considerazione ed occupare uno spazio importante nel mercato smartphone. Chiaramente trattandosi di previsioni non possiamo parlare di certezze, ma chissà che non sarà realmente così.