Apple ha studiato la distribuzione di video 4K nel 2013

di Lorenzo Paletti Commenta

Apple avrebbe testato la distribuzione di contenuti 4K in collaborazione con Sony già nel 2013. Lo rivela un documento rubato a Sony Pictures in cui le due aziende prendono accordi riguardo la Ultra HD.

appletv-screen

La nuova Apple TV non è ancora arrivata. A cosa è dovuto questo ritardo? Secondo le ultime indiscrezioni, Apple sarebbe stata quasi pronta per il lancio del suo set-top box di nuova generazione, ma avrebbe ritardato il lancio (probabilmente al prossimo autunno) per problemi tecnici legati al dispositivo e legali, legati agli accordi con i canali televisivi statunitensi.

Un documento rivelato in queste ore da WikiLeaks, comparso a seguito della violazione dei server di Sony eseguita lo scorso anno (verosimilmente eseguita dal governo Nord Coreano).

Il documento è una lettera dall’azienda che la Culver Digital Distribution Inc, divisone di Sony, ha inviato a Apple. E contiene un accordo formale tra le due parti per “la prova e la preparazione” di contenuti (film e serie tv) 4K marchiati Sony. La lettera è datata 26 settembre 2013, e lascia intuire che Apple avrebbe lavorato alla distribuzione di contenuti in 4K già da almeno due anni.

Non è la prima volta che sentiamo dei progetti di Apple verso il 4K. Proprio nel 2013 due diverse voci di corridoio indicavano l’interesse di Apple verso la nuova risoluzione per la sua Apple TV.

La nuova Apple TV rimane nel frattempo nell’ombra. Apple non ammette nulla, ma stranamente la beta di iOS 9 non è stata rilasciata anche per Apple TV. Forse perché i dirigenti di Cupertino avevano preparato il lancio (cancellato all’ultimo momento) del set-top box per la WWDC.

La nuova Apple TV dovrebbe contenere un chip A8, formalmente in grado di riprodurre contenuti in 4K, ma secondo le voci di corridoio delle ultime settimane il dispositivo funzionerà al più a 1080p.

Ciò nonostante il 4K sta vivendo un momento di successo. Non solo i produttori di televisori spingono su questo formato, noto anche come Ultra HD, ma anche i produttori di contenuti hanno cominciato a distribuire contenuti con questa risoluzione. Uno su tutti Netflix, che ha annunciato che tutti i suoi nuovi programmi saranno distribuiti anche in 4K.

[via]