Apple domina il mercato US degli smartphone, in crescita LG

di Davide Ferrara Commenta

 

comScore

Secondo le stime della società di analisi comScore, l’iPhone ha mantenuto la leadership del mercato degli smartphone anche nel terzo trimestre del 2015. Positivi anche i dati di LG che è stato l’unico produttore ad ottenere un incremento delle utenze rispetto ai precedenti trimestri.

Dalle analisi di MobiLens, tra luglio e settembre Apple ha mantenuto una quota di mercato pari al 43,6% mostrando quindi un aumento pari ad 1,9 punti percentuali rispetto all’anno precedente. Tale dato evidenzia comunque una lieve flessione rispetto al precedente trimestre, dovuta secondo gli analisti al lancio della nuova generazione di iPhone.

Al secondo posto troviamo Samsung con il 27,6% di quota di mercato, presentando la stessa flessione di Apple di circa mezzo punto rispetto al precedente trimestre.
A sorpresa, l’unica azienda in grado di mostrare un trend positivo è stata LG, che ha visto un incremento dei suoi utenti dell’1,1% dalla fine del mese di giugno.
Chiudono la top five Motorola e HTC con una fetta di mercato pari rispettivamente al 4,8% ed al 3,3% ed una flessione dello 0,1% nel periodo di osservazione.

Per quanto riguarda i sistemi operativi, Android e iOS hanno ancora dominato il mercato. L’OS di Google, in particolar modo, ha guadagnato lo 0,7% alla fine del periodo chiudendo con una quota pari al 52%. Segue iOS con il 43,6%.
Microsoft, Blackberry e Symbian non hanno registrato variazioni rispetto al trimestre precedente chiudendo rispettivamente con il 2,9%, 1,2% e 0,1%.
Il vantaggio di Apple riguardo i terminali venduti dovrebbe aumentare nei prossimi mesi con l’incremento della domanda dell’iPhone 6S, che ha esordito con 13 milioni di unità vendute nel primo fine settimana di disponibilità, e che dovrebbe mostrare il solito boom di vendite nel periodo natalizio. In questo modo potrà forse far ricredere alcuni investitori che non si sono mostrati per niente stupiti dai primi numeri ottenuti, aspettandosi un maggiore riscontro dall’inclusione della Cina tra i primi paesi a lanciare il nuovo modello.

 

[via]