Apple diminuirà il prezzo di iPad in base alla domanda?

di Luca Iannario 2

In base a quanto sostiene Bill Shope, analista di Credit Suisse, Apple potrebbe correggere in corsa i prezzi del suo iPad nel caso non dovesse rispecchiare le aspettative di vendite previste. Shope, che ha partecipato alla cena di lavoro della scorsa settimana con i dirigenti della Mela a New York, riporta che Apple sembrerebbe disposta a rivedere la matrice dei prezzi dei sei modelli del tablet, nel caso la domanda per la “latest creation” non fosse soddisfacente.

Come ha scritto in una nota, “Sebbene resti da vedere quanta inerzia iniziale avrà iPad, i dirigenti hanno sottolineato che [il prezzo] rimarrà un interrogativo (i prezzi potrebbero cambiare se l’azienda non dovesse attirare i clienti previsti)”.

Alcuni analisti, infatti, ritengono che Apple abbia intenzione di promuovere iPad come dispositivo di punta per alcuni scenari di utilizzo. Ad esempio, l’azienda ritiene che potrebbe essere ritenuto superiore sia agli smartphone che ai notebook per quanto riguarda la navigazione sul web, su App Store e per la fruizione di contenuti multimediali. Tuttavia, iPad potrebbe non essere preferito in altre aree dove spiccano iPhone e i portatili. Shope ritiene che in ogni caso iPad non andrà a sottrarre mercato ad iPhone o ai MacBook (e viceversa) grazie alla “segmentazione delle capacità”.

Ricordiamo che anche nel caso di iPhone, venduto inizialmente per 599 dollari, Apple apportò un taglio dei prezzi dopo alcuni mesi di vendita fissando il prezzo a 399 dollari. Inutile ricordare il malcontento di coloro che si affrettarono per avere per primi il melafonino. In quella circostanza Apple decise di rimborsare i 200 dollari di differenza sotto forma di credito da spendere in altri prodotti dello Store. Potrebbe non essere una cattiva idea aspettare un po’ prima di procedere all’acquisto.

[via]