Apple brevetta una tastiera senza tasti che funziona con Force Touch

di Lorenzo Paletti 1

Una tastiera senza tasti fisici. Questa l'idea di Apple, che brevetta una tastiera dove la pressione dei pulsanti è riconosciuta da Force Touch. Il futuro paradisiaco o in incubo per gli amanti della battitura su tastiere fisiche?

14818-10666-151103-Keyboard-l

La corsa di un pulsante è la distanza di spostamento verticale dal tasto dal momento in cui viene premuto al momento in cui il segnale della sua pressione viene riconosciuto. Apple sta diminuendo sempre più la corsa dei tasti delle sue tastiere. I vecchi MacBook Pro avevano una corsa più lunga dei nuovi MacBook Pro con Retina Display. E il nuovo MacBook 12’’, con il suo meccanismo a farfalla, ha una corsa quasi inesistente. Il prossimo passo previsto da Apple, almeno stando ai brevetti recentemente depositati dall’azienda di Cupertino.

Apple, infatti, vorrebbe creare una tastiera completamente priva di comandi fisici, da sostituire con pulsanti fissi che sfruttano la tecnologia Force Touch.

Apple chiama il brevetto: “Ultra low travel keyboard”, e al suo interno descrive il funzionamento di una tastiera QWERTY priva di qualsiasi meccanismo di input meccanico, e più simile al funzionamento dei trackpad Force Touch montati sul nuovo MacBook 12’’ e sui recenti MacBook Pro con Retina Display.

La tastiera funzionerebbe in maniera simile ai trackpad Force Touch, ma su scala decisamente maggiore, introducendo un sensore di pressione e un motore per ciascuno dei tasti della tastiera.

Apple immagina diversi tipi di tecnologia per riconoscere l’intensità della pressione di un tasto, da sensori resistivi a sensori capacitivi passando per qualsiasi altro genere di elettronica in grado di identificare l’intensità della pressione di un tasto.

I pro di avere una simile tastiera sono evidenti. Si potrebbe usare la superficie della tastiera, ad esempio, come fosse un trackpad. O ancora si potrebbero avere diversi tipi di input per lo stesso tasto in base al modo in cui viene premuto. D’altro canto le tastiere con corsa molto breve non fanno certamente felici gli appassionati di digitazione e Steve Ballmer, che come sappiamo non apprezza l’idea dell’assenza di una tastiera fisica su qualsiasi genere di dispositivo.

[via]