Adobe supporta lo standard HTTP Live Streaming di Apple

di Luca Iannario Commenta

Forse per ricongiungere le strade delle due aziende, che si sono nettamente separate dall’uscita di iOS, Adobe ha svelato di voler supportare lo standard per lo streaming video definito da Apple per i suoi dispositivi mobili (tra cui il nuovo arrivato iPad 2), HTTP Live Streaming, nel suo Flash Media Server.

La notizia arriva direttamente da un nuovo post inserito sul blog dell’azienda, attraverso il quale viene fornita un’anteprima delle nuove funzionalità supportate per il video streaming. La presentazione è avvenuta anche durante l’evento NAB (National Association of Broadcasers) che si sta svolgendo a Las Vegas (e durante il quale Apple ha presentato ufficialmente il nuovo Final Cut Pro X).

Fino a ieri, Flash Media Server supportava solamente lo standard definito da Adobe HTTP Dynamic Streaming (che utilizza i codec audio/video H.264/AAC e il formato F4F, non supportati da iOS). A questo punto, invece, si potrà utilizzare lo standard Apple e raggiungere, quindi, anche gli iDevice.

In base a quanto dichiarato da Kevin Towes, product manager di Adobe Flash Media Server, la decisione è stata presa per “ridurre la complessità di pubblicazione per i produttori che hanno bisogno di raggiungere anche i browser che supportano HLS attraverso HTML5 (come Safari) o dispositivi dove il Flash Player non è installato (ovvero tutta la famiglia di dispositivi iOS, ndr)”. Tutti i dispositivi che hanno a disposizione il Flash Player, invece, potranno continuare ad utilizzare MPEG-4 su HTTP, senza alcuna limitazione.

La dimostrazione è stata caricata anche su YouTube. Nel video (in apertura) si può vedere Towes che riproduce un video in streaming su un iPad 2 utilizzando Safari e una pagina conforme allo standard HTML5, su un Mac utilizzando Safari e il Flash Player e sul tablet Xoom di Motorola (che non si è rivelato un grande successo finora).

[via]