Abbonamento Vodafone associato ad iPhone 6S e predecessori: novità dal 27 maggio

di Luigi De Girolamo Commenta

Abbonamento Vodafone associato ad iPhone 6S e predecessori al centro di importanti novità dal 27 maggio, in merito a diverse questioni come quella della durata delle reali mensilità

iPhone 6S

Non sono pochi gli utenti in possesso di un iPhone 6S o di uno dei suoi predecessori che al contempo sono legati a Vodafone per il proprio piano 3G. Nel caso in cui paghiate un fisso mensile, sappiate che a breve le cose cambieranno, perché la soglia mensile, soprattutto quella del vostro “canone”, sarà abbassata a 28 giorni.

Come potrete immaginare, c’è del disappunto all’interno del target in questione. Questo il contenuto del messaggio che ci è giunto direttamente da Vodafone nel corso delle ultime ore e che spiega bene come cambieranno le cose per chi dispone di una SIM con l’operatore, in abbonamento, dal prossimo 27 maggio:

“Ai sensi dell’art. 70 comma 4 del Decreto legislativo 1° agosto 2003 n. 259 e delle Condizioni Generali di Contratto ti comunichiamo che, a causa delle mutate condizioni che hanno inciso sull’equilibrio economico delle offerte, a partire dal 27 maggio i servizi e le promozioni eventualmente attivi su base mensile si rinnoveranno ogni 4 settimane. I relativi costi verranno quindi fatturati ogni 8 settimane.
Hai diritto di recedere dal contratto o di passare ad altro operatore senza penali entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione in fattura, specificando come causale del recesso “modifica delle condizioni contrattuali”. Potrai esercitare gratuitamente il diritto di recesso su variazioni.vodafone.it oppure inviando una raccomandata A/R a Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 – 10015 Ivrea (TO), esplicitando la causale sopraindicata. Ti ricordiamo che in caso di recesso, per non perdere il numero, dovrai anche passare contestualmente ad altro operatore. Per ulteriori dettagli su tutte le variazioni e sul recesso chiama dal tuo numero Vodafone il 42593 o vai suvoda.it/modifiche“.

Insomma, fate le vostre valutazioni, in quanto la cifra che avete sempre sborsato fino a questo punto avrà valore per ventotto giorni e non più per trenta, come ci siamo abituati in Italia in questi anni.