iPad e MIDI: la super guida di CreateDigitalMusic

di Andrea "C. Miller" Nepori 2

Con l’avvento di iOS 4.2 l’iPad si è trasformato in un piattaforma musicale estremamente versatile. L’aggiornamento ha infatti introdotto il supporto ai segnali MIDI ed ha aperto infinite possibilità di utilizzo dell’iPad per i musicisti.

Create Digital Music ha pubblicato di recente un mega articolo guida denso di informazioni, link e video dimostrativi che è di fatto il punto di partenza obbligato per chiunque voglia avventurarsi nel mondo della produzione musicale con iPad.

Grazie alla collaborazione con TekServe, CDM ha realizzato un video esplicativo che introduce tutti gli “utensili” dell’iPad-musician.

http://www.youtube.com/watch?v=8bz_YiMUY5E&feature=player_embedded

Con l’introduzione delle API CoreMIDI iPad può essere utilizzato sia come sequencer da collegare a strumenti esterni (segnale MIDI in uscita), sia come strumento virtuale (segnali MIDI in entrata).

Un oggetto che non può mancare nella valigetta dell’iPad-musicista è l’Apple Camera Connection Kit, che permette di connettere il Tablet sia in entrata che in uscita a qualsiasi strumento USB che supporti le classi MIDI.

Alcune tastiere mute portatili, come la piccola AKAI LPK25 che vedete nel video qui sotto, riescono addirittura ad essere alimentate direttamente dal Tablet. Altre hanno bisogno invece dell’alimentazione esterna per poter funzionare.

Il MIDI è uno standard di fatto che è utilizzato ormai da un quarto di secolo. Questo significa che ci sono strumenti e sequencer un po’ datati ma ancora perfettamente funzionanti che però non supportano le connessioni USB. Per poterli utilizzare Create Digital Music suggerisce un prodotto che potremmo definire l’iRig dei tastieristi, ovvero il MIDI mobilizer di Line 6, un interfaccia con connessione Dock che permette di collegare ai dispositivi iOS qualsiasi strumento MIDI che utilizza i connettori a 5 PIN.

Un altro prodotto utile in questo senso è l’Edirol UM-1 EX, un’interfaccia MIDI USB grazie alla quale si possono collegare i vecchi strumenti con connessioni a 5PIN direttamente al Camera Connection Kit. L’interfaccia non è più in produzione con questo nome ma l’UM-1G marchiata Cakewalk ne è l’evoluzione e prevede la possibilità di attivare una modalità “driver-less” che è esattamente quella necessaria per poter connettere i gli strumenti all’iPad.

Nell’imperdibile articolo di CreateDigitalMusic trovate anche un interessante elenco di applicazioni consigliate e le prove di altri strumenti e sequencer.

Link: How to use MIDI to make an iPad more musically connected, productive