Audio Unit: plug-ins gratis per GarageBand

di Carlo Ballantini 18

Audio Unit (o più brevemente AU) è l’architettura di plug-ins audio di OS X. Come abbiamo già detto questo tipo di plug-in, una volta installato, è utilizzabile in GarageBand come anche in tutti i programmi che ne vogliano usufruire come Logic, SoundTrack Pro, Final Cut e moltissimi altri programmi di terze parti.

Innanzitutto dobbiamo chiarire che i plug-in audio si dividono in due categorie principali: quelli che il suono lo possono generare da zero (i cosiddetti Strumenti virtuali) e quelli che il suono lo modificano e lo processano (chiamati comunemente Effetti). Non c’è una distinzione evidente di forma (in entrambi i casi il formato è AU), ma soltanto di utilizzo.

Oltre ai tanti plug-in commerciali fortunatamente ce ne sono anche molti gratuiti. Dove trovarli?

Si trovano in rete molti plug-in audio gratuiti, ma prima di scaricare un plug-in assicuratevi che sia compatibile con il formato AU perché esistono altre architetture di plug-in e non tutti sono compilati ed ottimizzati per i vari formati esistenti. Facciamo un breve elenco di quelli più diffusi:

  • VST è il formato proprietario di Steinberg e quindi è indicato a chi utilizza Cubase o Nuendo come programma principale
  • RTAS è il formato di Digidesign compatibile anche con i programmi più economici della serie Pro Tools LE o M-Powered
  • TDM è un altro formato di Digidesign che per funzionare ha però bisogno di hardware dedicato e quindi possono girare solo se è presente Pro Tools HD (sia hardware che software) o il “vecchio” Pro Tools TDM
  • MAS è il formato proprietario di MOTU (Mark Of The Unicorn) e quindi anche in questo caso dedicati esclusivamente a chi possiede hardware specifico.
  • DirectX è per il mondo Windows l’equivalente del formato AU e quindi non esistono plug-in DX per Mac.

Un sito interessante da cui partire per cercare strumenti ed effetti è Don’t Crack il cui nome dice già tutto. Lo scopo del sito è infatti quello di incoraggiare l’utilizzo legale del software mettendo facilmente a disposizione dell’utente moltissimi programmi gratuiti. La lotta al software “crackato” non può che essere condivisibile per moltissimi motivi primo fra tutti (al di là di questioni morali o di karma) è quello che la pirateria porta lentamente alla morte dello sviluppo.

Purtroppo la cosa non è solo ipotetica, ma è tremendamente reale come dimostra la recente vicenda di VisualHub che era uno dei migliori programmi di conversione video per Mac ed è stato dismesso per motivi principalmente economici.

Tornando al nostro argomento, attraverso questo link diretto avrete subito la selezione di plug-in AU gratis disponibili per il download che potrete facilmente installare ed utilizzare in GarageBand.

Alcuni vanno a duplicare plug-in già inclusi in GarageBand (equalizzatori, delay, etc.) anche se con una gestione diversa dei parametri e quindi comunque da provare. Molti altri sono effetti o strumenti interessanti che non abbiamo di serie nei nostri Mac e che spesso non hanno molto da invidiare ad alcuni equivalenti commerciali.

Di solito sono provvisti di una semplice installazione guidata, ma se così non fosse basta spostare o copiare il file .component che avete scaricato nella cartella Libreria->Audio->Plug-Ins->Component ed automaticamente il plug-in sarà “visto” da tutti i programmi.

Come abbiamo detto in precedenza esistono due famiglie principali in cui si dividono i plug-in. Per utilizzare uno strumento virtuale (che quindi avrà bisogno di un input di note dalla traccia del sequencer o da una tastiera) con GarageBand basta creare una nuova “Traccia di strumento virtuale”, premere sulla “i” delle informazioni di traccia e espandere i dettagli. Il plug-in che sarà nella lista Generatore strumento.

Se invece si tratta di un effetto può essere inserito in qualsiasi traccia compresa quella master che è il mix finale di tutti i suoni del brano. Cliccando poi sulla piccola matita a destra si aprirà la finestra propria del plug-in con i vari parametri modificabili.

Credo di aver detto tutto quello che è necessario per poter iniziare a provare i plug-in gratuiti in modo da arricchire le vostre possibilità sonore con GarageBand. Sarebbe molto utile poi esprimere nei commenti le vostre opinioni sui plug-in che trovate più originali, utili o che semplicemente che vi piacciono di più (o di meno).

Si dia inizio ai download. Music, please!


Carlo Ballantini è uno stimato musicista con esperienze professionali nazionali ed internazionali. Oltre ai progetti personali con la Ballantine Band vanta collaborazioni con vari artisti tra le quali spicca quella decennale con Enzo “Pupo” Ghinazzi in qualità di chitarrista, corista, autore e arrangiatore.