iOS e Android, quel che non ha detto Woz

di Andrea "C. Miller" Nepori Commenta

Il quotidiano olandese De Telegraaf ha pubblicato ieri un’intervista a Steve Wozniak che in poche ore ha fatto il giro dei maggiori siti tecnologici. Nell’articolo venivano attribuite al co-fondatore di Apple affermazioni abbastanza controverse su Android e sull’iPhone. Addirittura Woz sembrava avesse dichiarato apertamente che sul lungo termine iOS perderà la battaglia con Android, un sistema “con maggiori features” e che nonostante l’iPhone offra al momento un’esperienza qualitativamente migliore, Android saprà mettersi in pari.

Peccato che l’intervistatore avesse travisato totalmente quanto Woz voleva in realtà dire. Lo sappiamo perché proprio il co-fondatore ha smentito quelle affermazioni con un commento ad un post di Engadget che riprendeva la notizia. Nilay Patel lo ha poi contattato e ha ottenuto maggiori chiarimenti sulla questione e la riconferma che Steve è sempre l’Apple Geek che conosciamo.

Woz ha spiegato ad Engadget che ai giornalisti della testata olandese aveva solamente dato dimostrazione di alcune funzionalità vocali di iOS e Android, suggerendo che il sistema di Google è dotato di alcune features più avanzate che Apple riuscirà a pareggiare grazie all’acquisizione di Poly9 e Siri.

In particolare Steve conferma di non aver mai assolutamente parlato di superiorità di Android rispetto ad iOS. L’iPhone è ancora superiore così come lo sono la maggior parte delle applicazioni che il co-fondatore usa quotidianamente. Insomma, non ha mai esplicitato quanto scritto dal De Telegraaf.

Per di più rispetto al market share Woz ha precisato che si è riferito alla questione in termini ben diversi, suggerendo che Android sarebbe paragonabile a Windows. “Non voglio sminuire Android” ha detto a Nilay Patel, “ma non ho insinuato in alcun modo che sia migliore di iOS. Ma potrà aumentare il proprio market share e rimanere pessimo”.

L’audio completo della “controintervista” è disponibile su Engadget.