Daily Mail: Jony Ive rimarrà in California

di Andrea "C. Miller" Nepori Commenta

Jony Ive è uno dei pilastri della Apple dell’era Steve Jobs. Per questo i rumors di qualche tempo fa su un possibile abbandono del suo ruolo in Apple, motivato secondo le indiscrezioni dalla volontà di tornare in UK per motivi familiari legati all’educazione scolastica dei figli, avevano suscitato tanto clamore.

Ora il Daily Mail, in un interessante profilo del designer industriale britannico più famoso del mondo smentisce quelle voci e sostiene che Ive sia tutt’altro che in rotta con Apple e che non abbia alcuna intenzione di tornare in patria. La fonte dell’informazione è un vecchio collega inglese di Ive che rivela: “Non sono sicuro che ci sia qualcosa di vero nelle voci sul fatto che voglia tornare. Stando alla mia ultima chiacchierata con lui l’intenzione che aveva era quella di vendere la sua casa in UK”.

Questo è tuttavia solo un breve passaggio dell’articolo pubblicato dal Daily Mail, anche se comprensibilmente è l’informazione più ripresa da tutto il Mac Web. C’è, ad esempio, questa (a destra) impareggiabile fotografia di Ive adolescente (quando faceva il batterista in una rock band parrocchiale) che vale da sola la lettura di tutto il profilo, oltre ad una serie di curiosità e aneddoti sulla vita e la carriera del designer. Interessante scoprire, ad esempio, che prima di passare ad Apple Ive si è trovato a disegnare… gabinetti.

La firm per cui lavorava, la Tangerine, aveva ottenuto una commessa per la realizzazioni di sanitari per la Ideal Standard. Se non potrete mai avere la soddisfazione di fare i vostri bisogni in un gabinetto disegnato da Ive la colpa è di uno dei dirigenti dell’azienda di accessori per il bagno, che rifiutò senza tanti complimenti l’ottimo progetto di Jony. A detta del suo datore di lavoro del tempo, Clive Grinyer, quel rifiuto  fu uno dei motivi che spinse indirettamente Ive a rimanere in California, dove poco tempo dopo era approdato per gestire alcuni progetti che Apple aveva affidato proprio alla Tangerine. Per colpa di un gabinetto rifiutato, è la convinzione un po’ nazionalistica che il Daily Mail affida al parere di Grynier, il Regno Unito ha ceduto il suo migliore designer agli americani.

Lettura assolutamente consigliata: Daily Mail – profilo di Jony Ive