iPad e contenuti televisivi, difficili gli accordi con i produttori

di Redazione 5

iPad sarà pure destinato a rivoluzionare il mercato dei libri, dei giornali e delle riviste, ma a quanto pare per Steve e soci al momento la priorità non è il mercato editoriale. Secondo il Wall Street Journal in questi giorni Apple sta cercando di stringere accordi con i produttori e con le emittenti per riuscire ad offrire sul nuovo dispositivo contenuti televisivi a prezzo ribassato già dal 3 aprile. L’obiettivo sarebbe quello di portare a 99 cents il costo degli episodi delle serie TV per chi acquista da iPad. A parte gli accordi già presi con CBS e (guarda caso) Disney, però, l’impresa per Apple si sta dimostrando particolarmente difficile a causa delle resistenze opposte da molti produttori televisivi.

Come fa notare Philip Elmer DeWitt, nell’articolo di Yukari Iwatari Kane viene ripetutamente chiamata in ballo l’attendibilità delle fonti, segno che a diffondere le notizie possa essere stato qualcuno particolarmente ben informato sui fatti. Il primo nome che viene in mente è ovviamente quello di Rupert Murdoch, presidente e CEO di News Corp, l’editore del Journal, che di recente ha espresso il proprio sentito apprezzamento per il dispositivo di Cupertino.

Secondo la Kane Apple avrebbe avuto intenzione addirittura di proporre un piano in abbonamento mensile da 30$ grazie al quale gli utenti iPad avrebbero potuto accedere a tutto il catalogo televisivo presente su iTunes, ma l’idea è stata bocciata praticamente da tutti i produttori.

La soluzione alternativa, ovvero quella di abbassare i prezzi degli episodi delle serie TV a 0,99$ non piace comunque alla controparte, che teme di mettere a repentaglio le decine di miliardi di dollari incassati ogni anno grazie ai diritti sulla distribuzione delle proprie serie alle emittenti televisive. Apple sostiene che l’abbassamento dei prezzi potrebbe generare un nuovo mercato e nuovi introiti, ma i produttori non sembrano sentirci molto bene da quell’orecchio.

Le trattative procedono a ritmo serrato, e solo dopo il lancio di iPad sapremo chi ha avuto la meglio. In ogni caso almeno chi come noi non è residente negli Stati Uniti o in uno dei paesi in cui iTunes Store offre contenuti video una certezza ce l’ha: quando l’iPad arriverà i contenuti televisivi non saranno ancora disponibili.