Samsung Galaxy S10, vendite super rispetto agli iPhone XS

di Gio Tuzzi Commenta

Il Samsung Galaxy S10 ha catturato l’attenzione di tutti, le vendite procedono a gonfie vele, mentre gli iPhone continuano ad arrancare.

L’analista Ming-Chi Kuo, famoso per le sue previsioni anche in ottica vendite degli smartphone Apple e non solo, ha deciso di aumentare del 30% le sue stime sulle vendite del Samsung Galaxy S10. Il nuovo top di gamma dell’azienda sudcoreana sta procedendo a gonfie vele sul mercato, con risultati strabilianti che lo stesso analista non si aspettava. Un vero trionfo rispetto invece a quanto fatto segnalare da Apple con i suoi ultimi top di gamma, insomma il confronto tra le due aziende premia notevolmente il mondo Samsung. Secondo Ming-Chi Kuo il successo di questo Samsung Galaxy S10 è dato proprio a delle funzioni interessanti che lo differenziano dall’iPhone.

Esistono numerose funzioni appartenenti al top di gamma di casa Samsung che non sono presenti sugli iPhone, nemmeno quelli di ultima generazione. Parliamo nel dettaglio del lettore di impronte digitali ad ultrasuoni sul display, all’implementazione di una tripla fotocamera posteriore ed alla ricarica wireless bilaterale che consente a questo Samsung Galaxy S10 di poter fungere come base di ricarica wireless per altri dispositivi.

Novità che anche Apple dovrebbe includere nell’iPhone 11, almeno per ciò che riguarda la ricarica wireless bilaterale e la tripla fotocamera posteriore, mentre il lettore per le impronte non ci sarà in quanto si affiderà esclusivamente al Face ID. Il problema principale è che Apple proporrà un iPhone con queste novità tecnologiche in netto ritardo rispetto a Samsung e questo inevitabilmente potrebbe provocare un nuovo tonfo sul mercato.

Samsung è stata brava a studiare delle tecnologie non presenti ancora sul mercato, dando vita ad una novità che al momento è stata piuttosto apprezzata dagli utenti, mentre Apple probabilmente si limiterà a riproporre qualcosa di già visto. E’ alquanto difficile per i prossimi iPhone riuscire ad avere un ruolo da protagonista sul mercato smartphone, ma un altro anno in ribasso non potrà sicuramente giovare alle casse di Apple.