Produzione iPhone in netto calo a causa del Coronavirus, parola di Kuo

di Gio Tuzzi Commenta

Apple non può dormire tranquilla in questo periodo, causa la terribile epidemia del Coronavirus che sta letteralmente bloccando l’intera produzione del settore iPhone.

Sappiamo come l’azienda statunitense punti moltissimo sulle aziende produttrici cinesi per assemblare i propri iPhone, ma in questo periodo la situazione è totalmente bloccata in Cina, tant’è che l’analista Ming-Chi Kuo prevede un taglio imponente nella produzione di iPhone in questo trimestre ed anche in quello successivo. Apple ha già provveduto a chiudere degli Apple Store in Cina, ma sicuramente la perdita maggiore per l’azienda di Cupertino deriva proprio dall’impossibilità di poter soddisfare le richieste di iPhone in tutto il mondo.

produzione iPhone

Le perdite di Apple a causa del Coronavirus

Il problema principale, a detta di Kuo, è che l’epidemia del Coronavirus avrà un impatto devastante sull’intero mercato smartphone in questa prima parte del 2020. Ciò significa che non sarà solo Apple a risentire di questi blocchi commerciali generati dal Coronavirus, ma anche tutte le aziende che si occupano di assemblare i vari smartphone in Cina. Per il mondo iPhone è previsto un calo del 10% relativo alle spedizioni, ciò comporterà delle stime di vendita nettamente inferiori rispetto al solito, con circa 40 milioni di unità. Ming-Chi Kuo parla ovviamente di questo primo trimestre 2020 che sarà piuttosto complicato per Apple, ma non esclude che possano esserci ripercussioni anche per quello successivo.

Che ne sarà dell’iPhone 9 in presentazione a marzo?

Il Coronavirus è diventata una problematica a livello mondiale che ha messo già in ginocchio la popolazione cinese, seppur il rischio di mortalità non è così alto come altri virus del passato. Chiaramente però la velocità di diffusione e propagazione a livello mondiale, necessita di un blocco e questo inevitabilmente provoca uno stop anche a livello commerciale.

La preoccupazione più grande per Apple è il lancio del nuovo iPhone 9 o iPhone SE 2 previsto per marzo, se insomma la situazione non dovesse migliorare, probabilmente questo nuovo device economico della casa di Cupertino non sarà lanciato sul mercato secondo i tempi previsti. Si accumuleranno ritardi su ritardi che a lungo andare stravolgeranno interamente i piani di Apple per questo 2020 che si concluderà con l’arrivo sul mercato dei nuovi top di gamma. Bisogna capire insomma come l’azienda di Cupertino riuscirà a far fronte a quest’emergenza piuttosto importante, perché si prevedono perdite d’incassi alquanto consistenti.