iPhone in Italia? Affare o truffa?

di Michele Milanese 5

111-eddie.jpg

Se c’è una cosa che è emersa chiara e limpida dal fenomeno iPhone e che le notizie che lo riguardano vanno sempre prese con abbondanti dosi di sale in zucca, prima di ritrovarsi il portafoglio improvvisamente vuoto.

Se poi la notizia è che il suddetto telefono è già disponibile in Italia attraverso un canale “abbastanza” ufficiale la puzza di fregatura si sente lontano cento chilometri. O no?

zz7f15ac70.jpg

Tutto nasce, questa volta, dalla segnalazione che un sito che tratta materiale informatico online venderebbe, proprio nel bel paese, il tanto agognato iPhone.

Vi sembra troppo bello per essere vero? Anche a me. E le specifiche riportate non fanno che aumentare i miei dubbi:

  • Prezzo 719 euro (che è molto, ma comunque meno del prezzo stimato dell’iPhone sbloccato in Francia)
  • Funziona con tutti gli operatori (puzza sempre di più, vero?)
  • Versione da 8Gb
  • Colore silver (ma non ne facevano solo di neri?)
  • Di importazione (importazione? Da dove?)
  • Aggiungete a tutto questo che il prodotto è magicamente sparito dal sito nel giro di poche ore dall’annuncio e vi ritroverete che le spiegazioni possibili si riducono, in realtà a poche. La prima ipotesi è che non si trattasse del vero iPhone ma di una copia, probabilmente importata da Hong Kong. Si spiegherebbero molte delle specifiche e pure il fatto che è sparito dal sito per evitare ripercussioni legali.

    La seconda ipotesi, che secondo me è la più verosimile, è che i gestori del sito si siano letteralmente inventati la notizia e che abbiano finto di mettere in vendita l’iPhone semplicemente per aumentare il traffico verso il loro sito (ed è il motivo per cui deliberatamente non ho messo in questo post nessun link verso il sito incriminato). Sarebbe stata una bella mossa di marketing, non c’è che dire.

    Ovviamente siete liberissimi di pensare che l’iPhone in vendita fosse legittimo e che le squadre della morte inviate da Cupertino abbiano impedito la sua vendita…

    La faccenda va inquadrata nell’isteria generale che circonda l’ormai non tanto nuovo prodotto della Apple, per il quale la gente oramai è capace di spendere fin troppi soldi. D’altra parte il cosiddetto mercato grigio ferve da mesi e già dall’uscita del cellulare la Apple combatte il fenomeno.

    Tuttavia questo fenomeno sta raggiungendo vette che spaziano tra il ridicolo e l’imbarazzante in molti casi e l’utente finale deve fare sempre più attenzione a non cadere nelle trappole dei venditori di eBay o dei siti meno sicuri.

    Accettate un consiglio? Finché non lo vedrete sull’Apple store italiano non cercate di mettere le mani su un iPhone o rischiate di gettare al vento i vostri soldi.