iPhone: in arrivo il feedback tattile?

di Andrea "C. Miller" Nepori 2

iphonetouchhaptic.jpg

Secondo quanto riportato da Palluxo.com, Apple sarebbe in trattative con la Immersion Corporation per stipulare una licenza d’uso di Haptic Technology, una tecnologia proprietaria sviluppata da tale azienda che permette di implementare un sistema di risposta aptica sui dispositivi touch-screen. Con la locuzione “interfaccia aptica” si indicano i sistemi o i dispositivi che permettono di fornire una risposta tattile all’utente che manovra uno strumento, un robot, o, come in questo caso, preme tasti virtuali o esegue precise azioni un un display sensibile al tocco.

Palluxo ha appreso la notizia da una fonte interna ad Apple. Secondo il gola profonda di Cupertino i massimi dirigenti delle due aziende si sono già incontrati la scorsa settimana e si incontreranno di nuovo venerdì per discutere i termini della licenza d’uso e le possibili soluzioni per l’implementazione su iPhone della innovativa tecnologia. Curiosamente, un ex dirigente di Apple, Clent Richardson, è stato nominato Presidente e CEO della Immersion proprio giovedì scorso.

L’introduzione di un feedback tattile si renderà indispensabile in un prossimo futuro se Apple non vorrà essere sorpassata in questo campo dalla concorrenza. Samsung ha già lanciato un nuovo smartphone touch-screen dotato della tecnologia di risposta aptica messa a punto da Immersion, mentre Nokia sta lavorando ad un device simile.

Un sistema di questo tipo sarebbe particolarmente utile per rendere più naturale il feeling della tastiera virtuale di cui è dotato il melafonino. La principale carenza di qualsiasi dispositivo di input virtuale sensibile al tocco è infatti l’assenza di un pressione in risposta alla forza che le dita dell’utente imprimono sullo schermo, che nelle normali tastiere qwerty permette a chi scrive di non doversi concentrare visivamente sull’operazione.

Le trattative fra Apple e Immersion Corporation sono ancora ad uno stadio preliminare e non è facile prevedere quando (e se) a Cupertino decideranno di passare ad una fase operativa. Sicuramente i tempi sono troppo stretti perché la nuova versione UMTS di iPhone, che si prevede possa arrivare a giugno, sia dotata di questa innovativa tecnologia.

[via]